Chi votano i vip alle elezioni politiche del 25 settembre

Luna Luciano

24/09/2022

24/09/2022 - 23:48

condividi

A meno di 12 ore dall’apertura delle urne, in molti sono in cerca della propria tessera elettorale per andare a votare. Anche i Vip, che nelle ultime settimane si sono espressi sul voto e le elezioni.

Chi votano i vip alle elezioni politiche del 25 settembre

Ormai mancano poche ore all’apertura delle urne e in molti - purtroppo non tutti - sono in cerca della propria tessera elettorale, necessaria per poter esprimere il proprio voto. E se ci sono ancora gli ultimi indecisi che rileggono i programmi elettorali, alcuni “Vip” sembrano avere le idee chiare, e se non hanno espresso apertamente per chi voteranno è invece sicuro chi non voteranno.

Sono molti, infatti, gli artisti e personaggi dello show business che nelle ultime settimane di campagna elettorale avrebbero fatto capire al pubblico e ai propri follower chi voteranno o chi non voteranno.

Elezioni politiche 25 settembre, chi sono i Vip che potrebbero votare il centro destra

Giorgia Meloni si è spesso difesa dagli attacchi degli artisti, dichiarando provocatoriamente che è impossibile che “non esistano sostenitori della destra nel mondo dello spettacolo”, denunciando un possibile “elitarismo” in questo settore.

In realtà alcuni attori, personaggi dello show business sembrerebbero essersi schierati a destra. Tra quelli individuati dallo stesso Corriere della Sera, figurerebbero Povia, Pupo, Rita Pavone, Iva Zanicchi per citarne alcuni. Tra di questi, figura tra tutti Pino Insegno, attore, presentatore e doppiatore che a Piazza del Popolo era presente in veste di presentatore della kermesse politica.

Fratelli miei, popolo di Roma verrà in giorno della sconfitta ma non è questo sono qui per presentare una donna straordinaria, senza nulla togliere a tutta la coalizione. Una donna, una madre, la prima presidente donna di un partito italiano e la prima donna di un partito europeo. Signori miei, verrà il giorno della sconfitta ma non è questo: Giorgia Meloni

Queste le parole con le quali il presentatore avrebbe presentato la leader di Fratelli d’Italia, facile intuire quale sarà il suo voto. Altra storia invece quella di Valeria Marini, la quale dopo aver difeso la Meloni dall’“aggressività” di Selvaggia Lucarelli, avrebbe spiegato che per lei è fondamentale il rispetto del prossimo, anche se si parla di Giorgia Meloni, della quale “non condivido le idee”. La Marini prenderebbe quindi le distanze dal centro destra. C’è infine la questione di Giorgio Pasotti, famoso attore, che avrebbe difeso la Meloni da accuse e “insulti barbari”, invitando al rispetto del prossimo.

Elezioni politiche 25 settembre, i Vip che si sono dichiarati anti-Meloni

Molti sono le/gli artisti che si sono invece schierati contro il centro destra, specialmente contro il partito dato per vincitore: Fratelli d’Italia.

Con il procedere di questa campagna elettorale, ricordando anche alcune delle dichiarazioni forti della leader di FdI, Giorgia Meloni, sempre più esponenti del mondo artistico hanno ritenuto necessario esporsi per invitare gli elettori a difendere i propri diritti da partiti notoriamente “discriminatori, xenofobi e misogini”.

Ecco quindi scendere in campo cantanti come Elodie, Loredana Bertè, Levante, il gruppo musicale La Rappresentante di Lista, Ariete e Giorgia. Ma non tace nemmeno il mondo del cinema e la tv, fanno eco infatti Vanessa Incontrada e Asia Argento. Non solo anche la stessa Chiara Ferragni ha invitato i propri follower a votare, ricordando che i diritti conquistati devono essere sempre protetti e che il voto è l’unico strumento “per decidere in che direzione debba andare il nostro Paese: se in avanti o indietro di decenni”.

Messaggi ancora più incisivi giungono dal mondo dell’alta moda, tra tutti Pierpaolo Piccioli, direttore creativo di Valentino, che ha postato su Instagram una sua foto sormontata dalla scritta “un uomo di sinistra”. “Pensare che ci sono persone, esseri umani che in questo momento possano temere, avere paura, delle conseguenze di queste elezioni mi dà alla testa”. Così inizia il suo post, invitando i più giovani a votare:

Mi auguro che tutti i ragazzi dai 18 anni in su si rechino a votare il prossimo 25 settembre perché non dobbiamo arretrare di un millimetro sui diritti acquisiti ma soprattutto i tempi sono maturi per acquisirne di nuovi e fondamentali.

A Piccioli fanno eco alcuni suoi colleghi come Donatella Versace. Il loro voto invece rimane, come di diritto, segreto e quindi non è possibile dire con certezza chi voteranno, ma forse ciò che conta veramente è sapere chi non voteranno.

Elezioni politiche 25 settembre, è davvero importante sapere chi voteranno i Vip?

In molti si sono detti preoccupati dalla presa posizione degli artisti sui social, temendo che questi possano influenzare gli elettori. In realtà stando anche agli esperti sondaggisti, influencer e cantanti non sposterebbero molti voti.

Infine, in molti si sono chiesti se sia veramente importante sapere chi voteranno Vip e artisti, ritornando all’eterno nodo irrisolto tra arte e politica, sulla quale non per ultimi si confrontarono anche gli intellettuali e poeti Edoardo Sanguineti e Franco Fortini. Ultimo invece a risollevare tale dubbio è stato proprio l’attore Pasotti il quale ha concluso che se circoscritta in un recinto (politico) “l’arte perde la sua funzione cioè quella di creare libertà di pensiero”.

Eppure, ciò che è emerso da questa campagna elettorale è un’urgenza da parte degli artisti di invitare le persone al voto, di ricordare il potente strumento che ogni cittadino (o quasi) ha tra le proprie mani. Forse l’arte, oltre a quella militante, può ancora avere il suo spazio proprio nell’invitare alla riflessione.

Iscriviti a Money.it