Chi sono i candidati Vip alle elezioni politiche 2022

Chiara Esposito

24/08/2022

25/08/2022 - 16:24

condividi

Nomi noti del mondo dello sport, del cinema e della Tv si candidano nelle fila dei partiti. Chi sono le «star» che scendono in campo alle prossime elezioni.

Chi sono i candidati Vip alle elezioni politiche 2022

Lunedì 22 agosto alle ore 20.00 è scaduto il termine per presentare i nomi dei candidati scelti in vista delle prossime elezioni politiche. A conti fatti e liste chiuse si inizia a esaminare la rosa degli eleggibili e, elenchi alla mano, salta subito all’occhio come anche a questa tornata fiocchino firme celebri tra le «nomination».

Spesso infatti i partiti hanno deciso di puntare su figure estranee alla vita politica del Paese proponendo volti portatori di messaggi importanti o forti della propria notorietà del proprio consenso nella speranza di spingere alle urne quanti più elettori possibili.

In questa occasione il range dal quale i gruppi hanno pescato i candidati Vip è piuttosto ampio, con nomi che spaziano dal mondo della Tv a quello dello sport. Prime fra tutte, non a caso, spiccano le candidature di Rita Dalla Chiesa e Gina Lollobrigida. Molto chiacchierati però anche il microbiologo Andrea Crisanti e il presidente della Lazio Claudio Lotito.

Diamo quindi uno sguardo più nel dettaglio agli schieramenti così composti e ai background di tutti gli aspiranti nuovi protagonisti di Camera e Senato.

Rita Dalla Chiesa candidata: saltano le programmazioni Rai e Mediaset?

Rita Dalla Chiesa, storica conduttrice Tv del programma Forum, dirotta dal possibile approdo nella Casa del Grande Fratello Vip in partenza a settembre su Canale 5, per prepararsi a un eventuale ingresso da capolista di Forza Italia. Il suo nome infatti comparirà in un seggio al proporzionale della Camera in Puglia, nel collegio Molfetta-Bari.

La conduttrice è stata raggiunta dai microfoni di Agi per commentare il suo schieramento e parlando del partito che ha scelto di promuoverla dice: «È la mia casa. Sono stata sempre vicina all’area moderata».

A chi sibilla vicinanza tra alcuni esponenti del partito e personaggi mafiosi Dalla Chiesa risponde di non aver «mai creduto a queste accuse».

Oltre a essere un volto storico del tribunale di Mediaset, Dalla Chiesa infatti è figlia del generale Carlo Alberto dalla Chiesa, il prefetto di Palermo noto per il suo impegno contro il banditismo e il terrorismo rosso e per la sua tragica uccisione per mano della mafia nel 1982. Proprio a suo padre e al Nucleo Speciale Antiterrorismo da lui creato Rai1 ha dedicato una fiction, «Il nostro generale», la cui messa in onda è attesa per domenica 11 settembre.

Sempre a inizio settembre, su Canale 5, è prevista poi la riproposizione della miniserie del 2007 «Il Generale Dalla Chiesa», in occasione del 40ennale dalla sua morte.

Queste date però potrebbero subire uno slittamento verso il termine della campagna elettorale per evitare eventuali riferimenti in grado di influenzare gli elettori. La possibilità non appare remota dal momento in cui, a ottobre 2021, su Rai3 saltò la messa in onda del film «Hammamet» a causa della candidatura di Bobo Craxi a Roma.

Gina Lollobrigida capolista a 95 anni

Tra i nomi Vip più discussi in lista per le elezioni è impossibile non citare quello della diva del cinema Gina Lollobrigida. L’iconica attrice sarà infatti candidata per il Senato all’uninominale Lazio 6 che fa riferimento a Latina e Frosinone.

La donna simbolo di Hollywood e di Cinecittà degli anni ’50 e anni ’60 ha oggi 95 anni ma è ufficialmente capolista anche in un plurinominale del Veneto e della Sicilia.

Il suo nome è stato fatto da Italia Sovrana e Popolare, formazione che racchiude il Partito Comunista di Marco Rizzo, Azione Civile di Antonio Ingroia (legale dell’attrice), Ancora Italia di Francesco Toscano, Riconquistare l’Italia di Stefano D’Andrea, Italia Unita di Francesco Nappi, Patria Socialista di Igor Camilli e altri movimenti e comitati anti-Draghi.

Crisanti e Lopalco, dalla medicina alla politica

Contrariamente a quanto si vociferava, Matteo Bassetti, che si è comunque dichiarato disponibile a ricoprire il ruolo di ministro della Salute, non è tra i candidati per le elezioni anticipate del 25 settembre.

Alla ricerca di un posto in aula ci sono invece altri dei virologi che la pandemia ha contribuito a rendere celebri nel nostro Paese: Pierluigi Lopalco e Andrea Crisanti.

Entrambi ricercatori, docenti universitari e candidati del centrosinistra. Crisanti è stato scelto dal Partito democratico per la circoscrizione Europa a Londra come capolista mentre Lopalco si trova in quota Articolo 1, il partito dell’attuale ministro Speranza.

Tra i meriti scientifici di Crisanti ricordiamo i suoi contributi sullo studio della malaria, mentre Lopalco è conosciuto per essere consigliere della Regione Puglia nonché coordinatore delle emergenze epidemiologiche.

Altri nomi molto discussi

Claudio Lotito, presidente della Lazio, scende in campo come candidato al Senato per l’uninominale in Molise e non è il solo volto del mondo dello sport nelle liste 2022.

Arriva anche Emerson Fittipaldi, ex pilota automobilistico brasiliano di origini italiane che corre la circoscrizione sudamericana con Fratelli d’Italia. A chiudere il cerchio degli atleti ci sono infine il rugbista Orazio Arancio e il pallavolista Luigi Mastrangeli entrambi schierati con la Lega.

Le scelte dei segretari e del loro entourage passano però anche per fronti sociali caldi e dibattuti nella storia italiana recente. È questo il caso di Ilaria Cucchi, sorella di Stefano Cucchi, il giovane ragazzo ucciso mentre era sottoposto a custodia cautelare. Come appreso negli ultimi giorni, la candidata correrà al collegio uninominale di Firenze in quota centrosinistra, più precisamente per Sinistra Italiana ed Europa Verde - alleati del PD.

Iscriviti a Money.it