Chi è Nino Cartabellotta, che ha accusato la Lombardia di manipolare i dati sui contagi

Marco Ciotola

28/05/2020

06/07/2021 - 17:22

condividi

Sostiene che i dati sul coronavirus forniti dalla Lombardia sono manipolati. Ecco chi è Nino Cartabellotta

Chi è Nino Cartabellotta? Una domanda ricorrente nelle ultime ore, dopo che quest’ultimo ha pubblicamente espresso il suo sospetto circa i dati relativi al coronavirus della Regione Lombardia, che “possono essere manipolati”.

Più in particolare, ha parlato di “stranezze sui dati” e “magheggi sui numeri” di positivi alla COVID-19.

Per queste dichiarazioni, Cartabellotta è stato querelato dalla Regione Lombardia. Alla notizia, ha replicato spiegando che “essere querelati per aver detto la verità è un grande stimolo per andare avanti”

Vediamo allora chi è Nino Cartabellotta, e perché la sua opinione può avere così tanto peso e far discutere a lungo.

Chi è Nino Cartabellotta

Classe 1965, palermitano, Nino Cartabellotta è il presidente della Fondazione Gimbe, ente indipendente che promuove e realizza attività formative e di ricerca in ambito sanitario.

La Fondazione comprende al suo interno l’associazione Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze, che ha come scopo primario quello di migliorare il Sistema Sanitario Nazionale.

Proprio alla luce di lavoro e finalità di Gimbe, l’opinione di Cartabellotta ha assunto un enorme peso specifico, facendo molto scalpore. L’ha espressa per la prima volta a 24 Mattino su Radio 24, per poi confermarla più volte nelle ore successive, in ultimo alla puntata di 8 e Mezzo in onda qualche minuto fa su La7.

La Regione Lombardia ha querelato Cartabellotta, parlando di “accuse intollerabili” e prive di ogni fondamento:

“Il presidente di Gimbe dovrà risponderne personalmente. I nostri dati, come da protocollo condiviso da tutte le Regioni, vengono trasmessi quotidianamente e con la massima trasparenza all’Istituto Superiore di Sanità”,

si legge nella nota pubblicata dalla Regione.

Cartabellotta è laureato in Medicina e Chirurgia, con specializzazioni in Gastroenterologia e Medicina Interna.
Il Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze è stato fondato proprio da lui, che da quell’esperienza ne ha poi costituito la Fondazione GIMBE nel 2010.

Le finalità sono quelle di migliorare funzionalità ed efficacia del Sistema Sanitario Nazionale e, conseguentemente, la salute dei cittadini italiani.

È inoltre direttore responsabile della rivista Evidence, editorialista del Sole 24 Ore e ha un blog sull’Huffington Post.

Argomenti

# Italia

Iscriviti a Money.it