Chi è Massimo Garavaglia, ministro del Turismo del Governo Draghi

Violetta Silvestri

13 Febbraio 2021 - 15:03

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Massimo Garavaglia è il nuovo ministro del Turismo nel Governo Draghi, appena entrato in carica: chi è l’esponente della Lega incaricato a dare nuovo slancio alle politiche turistiche?

Chi è Massimo Garavaglia, ministro del Turismo del Governo Draghi

Massimo Garavaglia diventa il nuovo ministro del Turismo nel Governo Draghi: chi è l’esponente della Lega che ha assunto l’incarico oggi, 13 febbraio?

L’esecutivo fresco di giuramento, che ha appena preso ufficialmente il potere secondo il protocollo istituzionale, è un misto di personalità tecniche e politici già noti.

Come Massimo Garavaglia: chi è il leghista entrato nella squadra dell’esecutivo targato Draghi? Il suo non è un nome sconosciuto, anche se finora non ha mai diretto un Ministero.

Scopriamo biografia e storia politica di Garavaglia.

Massimo Garavaglia: chi è il ministro del Turismo

Per la prima volta il Turismo ha un suo ministero indipendente e alla sua guida c’è Massimo Garavaglia.

Classe 1968, lombardo, è un leghista di lunga data, eletto tra le fila del Carroccio nel 2006 come deputato. Nel 2008 diventa senatore con lo stesso partito e gli viene affidato l’incarico di Vicepresidente della Commissione Bilancio del Senato.

Dal 1999 al 2009 è sindaco del suo paese di residenza, Marcallo con Casone e nel 2013 ricopre la carica di Assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione nella Regione Lombardia, che però lascia dopo soli due mesi.

Nel Governo Conte I è il vice ministro dell’Economia.

Due lauree nel suo curriculum, in Economia e Scienze Politiche, ma anche il coinvolgimento in una vicenda giudiziaria nel 2015 della regione lombarda, nella quale viene indagato per turbativa d’asta ma poi assolto nel 2019 per non aver commesso il fatto.

Massimo Garvaglia è considerato un sostenitore della flat tax e un esponente della Lega vicino a Giorgetti, anche lui entrato nel Governo Draghi.

Il Ministero del Turismo è tornato in mano al partito di Salvini, come già accaduto nel Governo giallo-verde, quando però era guidato da Centinaro in accorpamento alle politiche agricole.

Massimo Garavaglia, invece, ha un ministero autonomo per la prima volta. Il segnale è evidente: con la pandemia il turismo è stato pesantemente colpito e ha bisogno di azioni urgenti e mirate. Per questo, probabilmente, Draghi avrà acconsentito di istituire un ministero a connotazione proprio per la prima volta.

Argomenti

# Lega

Iscriviti alla newsletter

Money Stories