Chi detiene più bitcoin nel mondo? La top 5 di aziende, persone e stati

Claudia Cervi

11 Maggio 2022 - 16:03

condividi

Dal 2009 ad oggi l’interesse su Bitcoin è cresciuto spasmodicamente attirando l’attenzione di curiosi, sviluppatori ma soprattutto di investitori. Ecco chi detiene più Bitcoin al mondo.

Chi detiene più bitcoin nel mondo? La top 5 di aziende, persone e stati

Il 91,7% degli indirizzi esistenti sulla blockchain di Bitcoin contiene meno di 0,01 BTC, ai prezzi attuali meno di 300 dollari. Mentre il 6,04% della disponibilità di Bitcoin è in mano ad appena 10 indirizzi. Persone, società, Paesi: chi detiene più Bitcoin al mondo? Ecco chi sono le whales (balene) di Bitcoin.

Chi detiene più bitcoin nel mondo

Nella classifica dei maggiori investitori di Bitcoin rientrano persone, società, Paesi e città: si chiamano «whale», o balene, perché quando spostano grandi quantità di valute digitali sono in grado di manovrare il mercato. Le cronache recenti hanno dimostrato come l’uscita dal mercato da parte delle whale abbia determinato un crollo del valore di Bitcoin, che in un solo giorno, il 9 maggio ha perso oltre 11 punti percentuali.

Bitcoin: i più ricchi al mondo, persone

A scovare chi siano i più ricchi al mondo grazie a Bitcoin è Forbes, che ogni anno stila una classifica delle persone che hanno accumulato un patrimonio netto da capogiro attraverso la blockchain.

In cima alla classifica c’è Changpeng Zhao, fondatore e Ceo di Binance, uno dei maggiori exchange di criptovalute, con un patrimonio netto pari a 65 miliardi di dollari.
Al secondo posto troviamo Sam Bankman-Fried, classe 1992 e fondatore e Ceo di FTX, un exchange di criptovaluta, e di Alameda Research, società di trading quantitativo: secondo Forbes il suo patrimonio netto è stimato a 24 miliardi di dollari.

Tuttavia non è facile ricostruire il patrimonio in Bitcoin delle singole persone dai registri pubblici della blockchain: un singolo wallet può infatti contenere diversi indirizzi pubblici e molti possessori di Bitcoin riversano i loro fondi in più di un wallet.
Inoltre una delle caratteristiche della blockchain è l’anonimato: pertanto non è possibile associare un indirizzo pubblico a una persona.

La singola persona o organizzazione che detiene più bitcoin al mondo è Satoshi Nakamoto, il creatore di Bitcoin, con un totale di 1,1 milioni di BTC, che rappresenta oltre il 6% di tutti i Bitcoin creati fino ad ora.

I gemelli Cameron e Tyler Winklevoss hanno dichiarato di possedere l’1% di tutti i Bitcoin in circolazione, circa 180.000 token.

Guardando ai singoli indirizzi pubblici con più bitcoin, quelli contenenti quantità di Bitcoin superiori a 250.000 sono due, uno appartenente all’exchange Huobi che possiede l’1,41% dei Bitcoin in circolazione e l’altro conservato su Binance, con l’1,33% di tutti i Bitcoin.

Bitcoin: i più ricchi al mondo, società

Il sito web Bitcoin Treasury mostra una classifica aggiornata delle società che detengono più Bitcoin al mondo.
Al primo posto troviamo MicroStrategy, leader mondiale nella produzione di software che fornisce business intelligence e servizi basati su cloud. L’azienda detiene un totale di 125.051 Bitcoin che la portano ad essere la più esposta alle variazioni del valore della criptovaluta: il crollo di Bitcoin delle ultime giornate ha trascinato al ribasso il titolo, quotato al Nasdaq, che ha perso il 25%. Se il valore di Bitcoin dovesse scendere sotto quota 21.000, per la società scatterebbe infatti una margin call.

Seconda in classifica è Tesla, con una posizione di circa 43.200 Bitcoin.

A credere nel potenziale di Bitcoin troviamo naturalmente anche una società di mining di criptovalute, Marathon Digital, che possiede 8.133 Bitcoin, e Square, la società di pagamenti digitali di Jack Dorsey, con 8.027 Bitcoin.

Paesi dove Bitcoin ha corso legale

La corsa all’oro del XXI secolo ha contagiato anche diversi Paesi, alcuni dei quali non si sono limitati a investire in criptovalute ma hanno eletto Bitcoin come valuta a corso legale.

El Salvador è stato il primo Paese in assoluto a dichiarare Bitcoin una valuta utilizzabile come mezzo di pagamento per acquistare beni e servizi, ma soprattutto per abbassare i costi di commissione delle rimesse estere, ossia il denaro inviato a casa dalle persone che lavorano fuori dal Paese.

Dopo il centro America, è stato il turno della Repubblica Centrafricana (CAR) che ha legalizzato Bitcoin affiancandolo alla moneta fiat chiamata Franco CFA, emesso dalla banca centrale della Francia. La Repubblica Centrafricana è uno dei Paesi più poveri al mondo con un PIL annuale pro-capite di circa 500 dollari.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO