Carta d’identità scaduta: la proroga vale anche per l’espatrio?

Con un emendamento al Dl Rilancio la validità delle carte di identità scadute è stata prorogata fino al 31 dicembre 2020; si può utilizzare per viaggiare all’Estero? Cosa sapere prima di partire.

Carta d'identità scaduta: la proroga vale anche per l'espatrio?

In via eccezionale, la validità di carte di identità, patente di guida e passaporti è stata prorogata per tutto il 2020, quindi oltre la scadenza indicata sul documento. A questo punto è lecito chiedersi se la carta d’identità scaduta (così come gli altri documenti) siano validi per l’espatrio. Una domanda particolarmente sentita considerando la prossimità delle vacanze.

La risposta è no: la proroga della validità dei documenti d’identità scaduti dopo il 31 gennaio 2020 non vale per viaggiare all’Estero, sia tra Paesi europei che extraeuropei.

Invece carta d’identità, patente e passaporto scaduti possono essere utilizzati per i viaggi all’interno del territorio nazionale in treno, autobus o aereo, anche dopo la data di scadenza.

La proroga della carta d’identità non vale per l’espatrio

La proroga della validità dei documenti d’identità - carta d’identità, patente e passaporto - è stata disposta con un emendamento al testo del decreto Rilancio, in considerazione della situazione eccezionale venutasi a creare con il coronavirus. Ciò per evitare gli spostamenti e limitare gli assembramenti di persone negli uffici e agli sportelli pubblici adibiti al rilascio dei documenti.

La proroga vale per i documenti scaduti o in scadenza a partire dal 31 gennaio 2020: questi si considerano validi fino al 31 dicembre 2020.

Invece per quanto riguarda l’espatrio e l’attraversamento delle frontiere nazionali la validità dei documenti è limitata alla data di scadenza indicata. Questo significa che la proroga non si estende all’ipotesi di espatrio. In altre parole chi possiede carta d’identità o passaporto scaduti non potrà viaggiare all’Estero, nemmeno all’interno dell’Ue.

Carta d’identità scaduta: che fare se devi andare all’Estero

L’esistenza della proroga non preclude la possibilità di provvedere al rinnovo dei documenti prima del 31 dicembre 2020. Quindi se vuoi o devi recarti all’Estero per un viaggio di piacere o per lavoro puoi comunque procedere al rinnovo.

Per farlo occorre chiamare l’ufficio del Comune di residenza e presentarsi di persona munito di carta d’identità scaduta e fototessera nel giorno e all’ora indicata. Si consiglia di procedere con largo anticipo poiché i tempi di prenotazione dell’appuntamento possono essere molto dilatati nel tempo a causa della situazione emergenziale.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories