Canone Rai 2022: esenzione, scadenza e domanda

Stefano Rizzuti

30 Dicembre 2021 - 18:07

condividi

La guida al canone Rai per il 2022: come funziona il pagamento in bolletta, chi può chiedere l’esenzione, come fare domanda per l’esonero e quali sono le scadenze.

Canone Rai 2022: esenzione, scadenza e domanda

Canone Rai 2022, dopo due mesi di stop il pagamento dell’abbonamento alla televisione ritorna a gennaio. Il canone è dovuto da chiunque abbia un apparecchio televisivo nelle proprie abitazioni.

Il canone Rai ormai da qualche anno viene pagato in bolletta: è addebitato all’intestatario della fornitura elettrica. Anche per il 2022 restano le esenzioni dal pagamento previste per alcune categorie: vediamo qual è la scadenza per presentare domanda per l’esonero e come chiedere la disdetta.

Ricordiamo, inoltre, che non tutta la cifra pagata per il canone finisce alla Rai. La cifra, infatti, non va direttamente alla tv pubblica ma passa per l’Agenzia delle Entrate: una quota minima confluisce nel Fondo per l’Editoria che risponde a alla presidenza del Consiglio e in quello per le antenne locali che fa capo al Mise.

Canone Rai: da quando si paga, quanto e come

Il canone consiste nel pagamento di 90 euro suddivisi in 10 mesi: viene corrisposto in bolletta da gennaio a ottobre. Sono esclusi dal pagamento i mesi di novembre e dicembre, quindi i 9 euro mensili in bolletta si pagano nuovamente a partire da gennaio 2022.

Al momento il pagamento del canone Rai resta in bolletta, nonostante la richiesta dell’Ue (e la previsione del Pnrr) di eliminare dai costi dell’energia gli oneri impropri, tra cui potrebbe rientrare anche l’abbonamento televisivo. Per ora comunque nulla è deciso e sicuramente anche per il 2022 il canone resterà in bolletta.

L’esenzione al canone Rai e come fare domanda

L’esonero del canone è previsto per alcune categorie. Innanzitutto per chi dichiara di non avere televisori nelle abitazioni in cui vive il suo nucleo familiare. Per chiedere l’esonero in questo caso è necessario compilare la dichiarazione sostitutiva predisposta attraverso un apposito modulo dall’Agenzia delle Entrate.

L’esenzione è prevista anche per le persone con più di 75 anni e con reddito annuo (proprio e del coniuge) non superiore a 8mila euro e senza conviventi con reddito proprio (tranne eventuali collaboratori domestici, colf e badanti). Se i 75 anni vengono compiuti entro il 31 gennaio l’esenzione è totale, se si compiono tra l’1 febbraio e il 31 luglio l’agevolazione vale solo per il secondo semestre.

Modulo per esenzione canone Rai over 75

Una volta presentata la dichiarazione sostitutiva per chiedere l’esonero non serve ripresentare la domanda per gli over 75 negli anni successivi, salvo nel caso in cui cambino le condizioni (per esempio quelle economiche). L’esenzione del canone Rai è prevista, infine, anche per i diplomatici e i militari stranieri.

Canone Rai 2022, la scadenza per pagamenti ed esonero

Nel caso in nessun componente della famiglia anagrafica sia titolare di un contratto elettrico domestico residenziale, allora il canone deve essere versato attraverso il modello F24 (non essendoci bolletta): la scadenza del pagamento è entro il 31 gennaio 2022.

Con il pagamento in bolletta non c’è alcuna scadenza per i pagamenti, arrivando la quota mensilmente. Le scadenze riguardano solo le tempistiche per le domande di esenzione:

  • in caso di dichiarazione presentata tra l’1 febbraio e il 30 giugno l’esonero vale per il secondo semestre del 2022;
  • se la dichiarazione viene presentata dall’1 luglio al 31 gennaio dell’anno successivo l’esenzione vale per l’intero anno successivo.

La disdetta del canone televisivo

Chi all’interno della propria abitazione non ha alcun apparecchio televisivo può chiedere di non ricevere l’addebito in bolletta del canone. Per farlo deve compilare l’apposito modulo che ha validità annuale.

Dichiarazione sostitutiva canone Rai

Il modulo serve anche per dichiarare che un altro componente della stessa famiglia anagrafica paga già il canone (in questo caso il modulo non deve essere ripresentato ogni anno). Attraverso lo stesso modulo è possibile anche dichiarare l’avvenuto acquisto di un televisore durante l’anno se prima si era dichiarato di non averne (e si inizia quindi a pagare il canone).

Il modulo deve essere presentato:

  • tramite applicazione web sul sito dell’Agenzia delle Entrate;
  • attraverso raccomandata senza busta allegando documento di riconoscimento a: Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 - 10121 Torino.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# TV
# Rai tv

Iscriviti a Money.it