Portare cane e gatto in treno: regole e quanto costa

Gatti e cani possono viaggiare in treno con i padroni ma bisogna rispettare precise regole per la sicurezza dell’animale e degli altri passeggeri. Ecco cosa fare per evitare le multe.

Portare cane e gatto in treno: regole e quanto costa

Prendere il treno con il cane o il gatto da compagnia non è una pratica vietata sempre che vengano rispettate le linee guida della compagna sulla quale si viaggia.

Sia i treni di Italo che di Trenitalia ammettono cani e gatti a bordo ma le condizioni e il prezzo del viaggio varia in base alle dimensioni dell’animale:

  • gatti e cani di piccola taglia devono viaggiare nel trasportino e per loro non serve il biglietto;
  • cani di taglia media e grande devono viaggiare con guinzaglio e museruola e proprio biglietto.

Per i padroni che non si attengono alle regole possono scattare multe salate e conseguenze peggiori se l’animale da compagnia provoca dei danni a cose e persone.

In questa guida tutte le misure previste per il trasporto di animali in treno per evitare brutte sorprese mentre si è in viaggio.

Portare il gatto sul treno Trenitalia

Trenitalia permette a cani e gatti di viaggiare sui treni, sia sulle tratte regionali che su quelle nazionali. Per essere ammessi a bordo i gatti devono essere custoditi nel tradizionale trasportino di misura non superiore a 70x30x50 cm.

I gatti viene possono viaggiate con i padroni in classe standard, ma anche nelle categorie Executive, Business e Premium. Per loro non è previsto un costo extra da pagare. È bene ricordare però che è ammesso un solo contenitore per viaggiatore pagante. Questo significa che se la stessa persona possiede più gatti da mettere in due trasportini differenti dovrà pagare un biglietto aggiuntivo.

Portare un cane su un treno Trenitalia

Come per i gatti, anche i cani di piccola o piccolissima taglia devono viaggiare dentro l’apposito trasportino (70x30x50 cm) e senza un biglietto aggiuntivo. Le cose cambiano per i cani di taglia media e grande.

Se il cane è troppo grande rispetto alle misure standard del trasportino possono stare comunque a bordo del treno ma solo se provvisti di guinzaglio e museruola (che va fatta indossare su richiesta del capotreno).

Inoltre è obbligatorio portare con sé il certificato di iscrizione all’anagrafe canina più il libretto sanitario dell’animale; chi non rispetta questa regola dovrà scendere dal treno alla prima fermata utile e in più dovrà pagare una multa per la propria inadempienza.

Anche chi, nonostante le ripetute richieste del personale autorizzato Trenitalia, fa occupare dal cane un posto destinato ai viaggiatori sarà fatto scendere dal treno.

Come indicato sul sito ufficiale di Trenitalia, ai cani (di qualsiasi taglia) non custoditi nel trasportino è consentito il viaggio sui seguenti treni:

  • Intercity (prima o seconda classe);
  • Intercity Notte (prima o seconda classe);
  • Frecciabianca (prima, seconda classe, Business, Standard);
  • Frecciarossa (prima, seconda classe, Business, Standard);
  • Freccia Argento (prima, seconda classe, Business, Standard);
  • carrozze letto o cuccette;
  • vetture Excelsior (per compartimento acquistato per intero).

Anche sui treni regionali si possono portare cani con guinzaglio e museruola, ma non nella fascia oraria 7:00-9:00 (particolarmente affollata dai lavoratori pendolari) dal lunedì al venerdì.

I cani che viaggiano in treno senza trasportino (quindi quelli di taglia media o grande) devono essere muniti di biglietto: il prezzo è pari al 50% della tariffa standard.

Ci sono però delle eccezioni per i cani guida: per loro il viaggio è gratuito, senza alcun obbligo, e possono persino accedere alla carrozza ristorante/bar.

Portare il gatto sul treno Italo

Così come Trenitalia, anche Italo consente di portare a bordo gratuitamente animali domestici di piccola taglia, ma solo se custoditi sul trasportino.

L’importante è che il peso dell’animale, cane o gatto che sia, non superi i 10 kg e che sia regolarmente registrato e identificabile con l’apposito certificato di iscrizione all’anagrafe di competenza.

Portare il cane in treno: le regole di Italo

Su Italo i cani che non raggiungono i 10 kg viaggiano gratis e devono essere obbligatoriamente riposti nel trasportino.

I cani di taglia media e grande oltre i 10 kg possono stare a bordo soltanto con il guinzaglio mentre la museruola è obbligatoria soltanto al momento della salita e della discesa dal treno.

Attenzione però, chi possiede un cane di questo tipo deve sempre prenotare il servizio di trasporto incaricato, telefonando almeno due ore prima al numero 06 07 08 del Contact Center “Pronto Italo”.

Il costo di questo servizio, utilizzabile acquistando una tariffa Flex per gli ambienti Prima, Comfort e Smart, è di 50 euro ad eccezione dei cani guida per ciechi che viaggiano gratis e senza limitazioni.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories