Portare cane e gatto in treno: regole e quanto costa

Isabella Policarpio

05/07/2021

05/07/2021 - 09:17

condividi

Portare il cane o il gatto in treno: come comportarsi, quanto costa e come inserire il cane/gatto nel biglietto per Italo e Trenitalia.

Portare cane e gatto in treno: regole e quanto costa

Portare il cane e il gatto in treno, come si fa e quanto costa? Ecco le regole per viaggiare senza rischiare la multa, quanto deve essere grande il trasportino, come inserire il cane/gatto nel biglietto e come comportarsi.

In questa guida vedremo i documenti da portare e quando sono obbligatori guinzaglio e museruola.

Cane in treno: le regole

Come comportarsi con un cane in treno?
I cani di piccola taglia devono viaggiare obbligatoriamente nel trasportino (di dimensioni 70x35x50) mentre i cani di taglia media e grande devono avere guinzaglio e museruola per tutta la durata del viaggio. Ogni passeggero può portare con un sé un solo cane, che sia di piccole o grandi dimensioni.

Per viaggiare in treno, il padrone deve avere il certificato di iscrizione all’anagrafe canina e il libretto sanitario del cane da esibire al personale di bordo. Chi viaggia senza documenti rischia una multa salata e dovrà scendere dal treno alla prima fermata disponibile.

Quanto paga il cane in treno?
Relativamente ai viaggi con Trenitalia, i cani di piccola taglia possono viaggiare gratuitamente in prima e seconda classe, su tutte le categorie di treno e nei livelli di servizio Executive, Business, Premium e Standard. Per i cani di taglia media e grande, invece, il costo è pari alla metà del prezzo di un biglietto di seconda classe/standard per la tratta desiderata.

Su Italo i cani di piccola taglia (ed anche i gatti) possono viaggiare gratis, mentre per quelli oltre i 10 kg il costo è 50 euro. Il servizio è prenotabile fino a 2 ore prima del viaggio, attraverso il Contact Center “Pronto Italo” (Tel. 06.07.08).

I cani guida per le persone non vedenti possono sempre viaggiare gratuitamente e senza particolari limitazioni.

Come inserire il cane nel biglietto del treno?
Se il cane è di piccola taglia può viaggiare nell’apposito trasportino senza biglietto, mentre per i cani più grandi è necessario acquistare un titolo di viaggio. Secondo il regolamento di Trenitalia, il biglietto del cane si può acquistare presso le biglietterie di stazione, le self service, le agenzie di viaggio abilitate, chiamando il Call Center oppure sull’App Trenitalia.

Su Italo, invece, per inserire il cane nel biglietto bisogna procedere contestualmente all’acquisto del titolo di viaggio del padrone (o fino a 2 ore prima del viaggio) attraverso il Contact Center “Pronto Italo” (Tel. 06.07.08) e soltanto in abbinamento all’offerta Flex per gli ambienti Prima, Comfort e sugli Evo anche in Smart.

Gatto in treno: le regole

Come far viaggiare il gatto in treno?
I gatti, allo stesso modo dei cani di piccola taglia, possono viaggiare in treno all’interno dell’apposito trasportino, che non può essere superiore alle dimensioni indicate: 70x35x50.

Ciascun viaggiatore può portare in treno un solo contenitore. Il proprietario del gatto né è responsabile per tutta la durata del viaggio, è tenuto a sorvegliarlo e può essere condannato al risarcimento dei danni arrecati a cose e persone.

Quanto costa portare il gatto in treno
Sia sui treni Italo che Trenitalia, cani di piccola taglia, gatti e altri piccoli animali domestici possono viaggiare gratuitamente in prima e seconda classe e su tutte le categorie di treno dei servizi Executive, Business, Premium e Standard.

Argomenti

Iscriviti a Money.it