Campari: buone nuove dal fatturato ma titolo ritraccia. Vediamo perché

Luca Fiore

29 Ottobre 2019 - 12:42

condividi

Indicazioni positive dai conti di Campari anche se l’outlook sulla marginalità ha fatto storcere il naso a qualche operatore.

Campari: buone nuove dal fatturato ma titolo ritraccia. Vediamo perché

“Nei primi nove mesi del 2019 abbiamo registrato una solida crescita organica, nonostante una base di confronto sfavorevole e le avverse condizioni climatiche in nord Europa, grazie all’andamento positivo delle vendite a livello organico nei mercati sviluppati chiave, in particolare del business degli aperitivi”.

Così Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer di Campari, ha commentato l’andamento dei conti nei primi nove mesi dell’esercizio 2019.

Dopo essersi spinte fino a un massimo di 8,48 euro, al momento le azioni Campari quotano 8,195 euro, +0,18% rispetto al dato precedente (+23,6% negli ultimi 12 mesi).

Campari: attenzione ad outlook su marginalità

“I principali indicatori di profittabilità –continua Kunze-Concewitz - hanno mostrato una crescita organica superiore a quella delle vendite”.

Per quanto riguarda i prossimi mesi, le prospettive “rimangono invariate e bilanciate in termini di rischi e opportunità su base annuale. Rimaniamo fiduciosi sul conseguimento di una crescita nei principali indicatori di performance a livello organico”.

La società stima che “l’andamento positivo del business possa essere riflesso nella performance su base annuale, con volatilità attesa nei mercati emergenti nel loro periodo di picco stagionale”.

Si prevede una “positiva crescita organica del risultato operativo a valore” anche se, ed è questo che, fanno sapere dalle sale operative, ha innescato un ritracciamento dopo i massimi intraday, “si ritiene che l’espansione della marginalità sulle vendite possa essere moderata da un aumento superiore alle attese del prezzo di acquisto dell’agave, amplificato dalla sovraperformance di Espolòn su base annuale, così come da reinvestimenti in attività di brand building e nel rafforzamento di strutture commerciali”.

Campari: questi i numeri al 30 settembre

Nei primi nove mesi dell’esercizio 2019 Campari ha registrato un fatturato di 1.303,8 milioni mettendo a segno una crescita organica del 6,9% (+8,6% per la variazione totale).

A livello rettificato, l’Ebit si è attestato a 288 milioni di euro, +9,9% organico (variazione totale pari al +11,1%), mentre l’utile lordo si è attestato a 259 milioni, 10 punti percentuali in più rispetto a 12 mesi prima. Il dato non rettificato ha segnato un rosso dell’1,7% a 245,1 milioni.

A fine settembre il debito finanziario era pari a 874,4 milioni, +28,1 milioni rispetto al 31 dicembre 2018. L’incremento è interamente dovuto alla prima applicazione del principio contabile IFRS 16-‘Leases’.

Argomenti

# Italia

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.