Borsa di Milano oggi, 27 settembre: Ftse Mib in rosso e lo spread va a 250 punti

Violetta Silvestri - Giacomo Andreoli

27/09/2022

27/09/2022 - 17:57

condividi

Borsa di Milano oggi, 27 settembre: il Ftse Mib chiude in rosso, dopo aver oscillato. Sale lo spread tra Btp e Bund tedeschi: arriva attorno ai 250 punti, dopo aver toccato quota 254.

Borsa di Milano oggi, 27 settembre: Ftse Mib in rosso e lo spread va a 250 punti

Borsa di Milano oggi, 27 settembre: il Ftse Mib non mantiene la rotta dei guadagni durante gli scambi della mattinata e chiude in rosso. Sale ancora lo spread tra Btp e Bund tedeschi, che arriva a toccare i 254 punti base, per poi attestarsi attorno ai 250.

Spaventa in particolare il rendimento del titolo italiano decennale, che sale oltre il 4,5% in uno scenario di generale debolezza dell’Ue, con l’euro ancora sotto la parità rispetto al dollaro e il prezzo del gas in alto visti i nuovi danni ai gasdotti Nord Stream. In focus anche la sterlina dopo il tonfo che ha scosso i mercati inglese ed europei.

Analisti, investitori, osservatori anche esteri continuano a guardare all’Italia dopo il voto del 25 settembre, con il prossimo governo di centrodestra, guidato da Giorgia Meloni, al test credibilità su fisco, debito, rapporti con l’Ue. La prima sfida è la legge di Bilancio da approvare in tempi molto ristretti.

Borsa di Milano oggi, 27 settembre aggiornamento 18.00: Ftse Mib chiude in calo

Dopo una giornata tra alti e bassi il Ftse Mib chiude perdendo l’1,16%, a 20.961,38 punti. Sale ancora lo spread tra Btp e Bund tedeschi, che arriva a toccare i 254 punti base, per poi attestarsi attorno ai 250. Sul listino principale di Piazza Affari ottiene un buon risultato Nexi (+2,69%), che ha presentato il piano strategico e gli obiettivi finanziari a medio-lungo termine, con un excess cash previsto entro il 2025 di 2,6 miliardi di euro e nuove possibili opportunità finanziarie per gli azionisti. Bene anche Tenaris (+3,02%), Saipem (+3,82%) ed Eni (+0,17%), grazie al rialzo del prezzo del petrolio.

Sotto pressione, invece, le utilities, in scia con il rialzo dei titoli di stato italiani e nel giorno in cui i nuovi problemi al Nord Stream fanno alzare nuovamente il prezzo del gas. In rosso anche Unicredit (-2,10%) e Intesa Sanpaolo (-2,33%).

Borsa di Milano oggi, 27 settembre aggiornamento 13.08: Ftse Mib più debole

Il Ftse Mib viaggia sui 21.277,80 punti con uno slancio più debole dello 0,33% alle ore 13.08. Sul listino i bancari in parte scivolano, mentre Nexi accorcia il rally, ma mantiene un rialzo oltre il 4% nel giorno della presentazione del piano al 2025.

Enel, Eni, Hera, Italgas, Leonardo, Saipem, Snam sono in rosso.

Borsa di Milano oggi, 27 settembre aggiornamento 9.40: Ftse Mib balza dell’1,23%

Positiva la performance delle 9.40 del listino milanese, che segna un guadagno dell’1,23% mentre si scrive. Sul Ftse Mib i titoli bancari sono in rialzo, mentre le utilities viaggiano in rosso. Terna, Saipem, Enel, Italgas, Hera sono in perdita.

In focus ancora Tim, che spicca con un +1,52% dopo l’impressionante rally del post-voto. Con un Governo di centrodestra una rete unica a proprietà pubblica sulla società potrebbe concretizzarsi.

Nexi vola del 6% nel giorno del Capital Market Day, quando il gruppo dovrebbe registrare tassi in crescita per ricavi e ebitda.

In Europa, il Dax tedesco è in evidente ripresa, con un +1,32% e il Cac francese guadagna l’1,30%.

Asia recupera e chiude in rialzo

I principali indici asiatici hanno chiuso la seduta in rialzo, lasciandosi momentaneamente alle spalle la svendita dei giorni scorsi.

La Cina, con la debolezza dello yuan, resta comunque osservata speciale. Anche il Giappone rimane alle prese con il declino della valuta.

Futures Usa in ripresa

I futures sulle azioni salgono, dopo che il mercato ha iniziato la settimana continuando il suo drammatico calo di settembre.

Questo recupero arriva dopo cinque giorni consecutivi di perdite per le azioni, con l’S&P 500 che ha chiuso lunedì al livello più basso del 2022. Il Dow è sceso di oltre 300 punti lunedì, mettendolo in un mercato ribassista dopo essere diminuito di oltre il 20% al di sotto il suo record.

Gli indicatori tecnici mostrano che la vendita è stata storica. Secondo Bespoke Investment Group, la linea di declino anticipata di 10 giorni per l’S&P 500 ha raggiunto un minimo storico, il che significa che l’ampiezza del mercato è al livello peggiore in almeno 32 anni.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.