Borsa di Milano oggi 14 settembre: Ftse Mib fa meglio delle altre piazze europee

Violetta Silvestri - Giacomo Andreoli

14/09/2022

14/09/2022 - 18:54

condividi

Borsa di Milano oggi 14 settembre: il Ftse Mib apre la seduta oscillando, ma poi vira al rialzo. La piazza italiana è la migliore in Europa.

Borsa di Milano oggi 14 settembre: Ftse Mib fa meglio delle altre piazze europee

Borsa di Milano oggi 14 settembre: il Ftse Mib registra la migliore performance in Europa.

La chiusura arriva dopo una giornata di forte incertezza, nel giorno in cui gli investitori temono che la Germania vada presto in recessione e la Bce conferma le nuove politiche monetarie restrittive, prevedendo già ulteriori aumenti dei tassi di interesse. Lo spread Btp-Bund è ancora sotto i 230 punti e il rendimento dei titoli di Stato decennale si impenna a oltre il 4%.

Tra i finanziari e gli industriali ottengono un buon risultato Nexi (+3,77%) e Stellantis (+0,90%). Quest’ultima ha stipulato un accordo con General Motors per il riacquisto di 69,1 milioni di azioni ordinarie Stellantis, che rappresentano circa il 2,2% del capitale su base diluita.

Borsa di Milano oggi 14 settembre: aggiornamento delle ore 18.00: Ftse Mib in positivo

Il Ftse Mib cresce dell’1,49% e chiude a 22.413,46 punti. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi rimane stabile sotto i 230 punti base, così come il rendimento del decennale è ancora inferiore al 4%. Sull’indice principale di Piazza Affari resta sotto i riflettori il settore bancario. In rialzo Bper (+3,76%), Banco Bpm (+3,16%), Fineco (+2,83%), Intesa Sanpaolo (+1,01%) e Unicredit (+2,47%).

Sul fronte energetico, invece, sale il prezzo del gas dopo che Ursula von der Leyen, nel discorso sullo stato dell’Unione non ha citato il price cap. Corre anche il prezzo del petrolio. Enel (-0,59%), Tenaris (-0,03) ed Eni (-0,22%) riducono le perdite rispetto a ieri, nonostante l’amministratore delegato di quest’ultima, Claudio Descalzi abbia spiegato che “senza il gas russo il prossimo inverno sarà molto difficile”.

Aggiornamento delle ore 13.00: Ftse Mib avanza

Il Ftse Mib segna 22.418,56 punti con un rialzo dello 0,51% alle ore 15.00. Di contro, in Europa Dax tedesco e Cac francese perdono rispettivamente lo 0,54% e lo 0,28%. Banche positive, sprint di Ferrari e Stellantis.

Le utilities perdono terreno anche dopo l’annuncio della Commissione Ue di tasse su extra-profitti delle società energetiche.

Aggiornamento delle ore 9.30: Ftse Mib prova a guadagnare

Alle ore 9.34 circa, il Ftse Mib viaggia sui 22.336,03 punti con un rialzo dello 0,14%. Sul listino recuperano i bancari, ma non le utilities. Ferrari balza dell’1,97% dopo aver annunciato il Purosangue, primo suv della casa di Maranello.

In Europa, il Dax tedesco perde lo 0,37% e il Cac francese lo 0,43%. A Londra, il FTSE 100 va giù dello 0,72%.

Asia in rosso

Gli indici asiatici chiudono la giornata di scambi in perdita. In Cina gli indici affondano oltre l’1% e in Giappone il crollo è superiore al 2%. La Banca centrale giapponese potrebbe intervenire per sostenere lo yen, duramente colpito nel cambio con il dollaro.

Wall Street: seduta nera all’insegna del selloff

I futures azionari sono stati scambiati in rialzo mercoledì mattina dopo che un’altra lettura di inflazione calda ha fatto precipitare le medie principali, nel giorno peggiore da giugno 2020 e ha smorzato le aspettative degli investitori di una Federal Reserve meno aggressiva.

Durante la normale sessione di negoziazione di martedì, il Dow è sceso di 1.276,37 punti, o del 3,94%, per chiudere a 31.104,97, mentre l’S&P 500 è scivolato del 4,32% a 3.932,69. Il Nasdaq Composite è crollato del 5,16% a 11.633,57. Tutte le principali medie hanno rotto una serie di guadagni consecutivi di quattro giorni.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.