Bonus tende da sole 2021, come funziona? Spese ammesse e regole per lo sconto in fattura

Anna Maria D’Andrea

28 Maggio 2021 - 13:22

condividi

Bonus tende da sole 2021, come funziona l’ecobonus al 50% per le schermature solari? Con l’inizio della bella stagione, è bene fare il punto sulle spese ammesse e sulle regole per accedere allo sconto in fattura.

Bonus tende da sole 2021, come funziona? Spese ammesse e regole per lo sconto in fattura

Bonus anche per le tende da sole: l’ecobonus nel 2021 si applica nella misura del 50% anche per la spesa relativa alle schermature solari.

A spiegare come funziona l’agevolazione fiscale è l’ENEA, nel vademecum relativo alle schermature solari.

Il bonus per le tende da sole è tra quelli per i quali si potrà optare per lo sconto in fattura o per la cessione del credito fino al 31 dicembre 2021, una possibilità che consente di recuperare in tempi celeri la detrazione spettante, che è di prassi spalmata in 10 anni.

Le schermature solari rientrano, tra l’altro, tra le spese per le quali la detrazione spettante sale al 110%, se eseguita congiuntamente ai lavori trainanti del superbonus.

Facciamo quindi il punto delle regole da tenere a mente.

Bonus tende da sole 2021, come funziona? Spese ammesse e requisiti

Come già anticipato, l’ecobonus copre anche le spese per l’acquisto e la posa in opera di tende da sole, che rientrano tra le schermature solari agevolabili al 50%, fino ad un massimo di 60.000 euro di spesa.

Regole e adempimenti da seguire sono quindi quelli relativi alla detrazione per i lavori di risparmio energetico. Ma quali sono le spese agevolate?

A fornire tutte le istruzioni operative è l’ENEA, nel vademecum aggiornato al 2021.

Il bonus del 50% spetta per l’acquisto e la posa in opera di schermature solari e/o chiusure tecniche mobili oscuranti elencate nell’allegato M al D.Lgs. 311/2006, ossia:

  • tende esterne (EN 13561), come ad esempio tende da sole o tende a rullo;
  • chiusura esterne (EN 13659), come ad esempio persiane, veneziane, frangisole;
  • chiusure interne (EN 13120), come ad esempio i rulli avvolgibili.

Le tende da sole, al pari di tutte le schermature solari, rientrano nell’ecobonus del 50% esclusivamente se montate in modo solidale all’involucro edilizio o a suoi componenti e installate all’interno, all’esterno o integrate alla superficie.

Così come la generalità delle spese ammesse all’ecobonus, anche il bonus per le tende da sole spetta solo per i lavori effettuati su edifici esistenti, ossia accatastati o con richiesta di accatastamento in corso.

Per calcolare l’importo dell’agevolazione spettante bisogna invece considerare le seguenti spese:

  • fornitura e la posa in opera di schermature solari e/o chiusure oscuranti tecniche;
  • eventuale smontaggio e dismissione di analoghi sistemi preesistenti;
  • fornitura e messa in opera di meccanismi automatici di regolazione e controllo delle schermature;
  • prestazioni professionali (produzione della documentazione tecnica necessaria, direzione dei lavori etc.);
  • opere provvisionali e accessorie.
ENEA - Vademecum schermature solari
Scarica tutte le istruzioni per accedere al bonus del 50% per le tende da sole

Bonus tende da sole 2021, i requisiti tecnici per accedere all’ecobonus

Oltre a capire quali sono le spese che teoricamente rientrano nell’agevolazione, per capire come funziona il bonus tende da sole è necessario analizzare quelli che sono i requisiti tecnici.

Innanzitutto, spiega l’ENEA, le schermature devono essere:

  • applicate in modo solidale con l’involucro edilizio e non liberamente montabili/smontabili dall’utente;
  • a protezione di una superficie vetrata;
  • installate all’interno o all’esterno della superficie vetrata;
  • mobili;
  • schermature “tecniche”.

Per quel che riguarda le schermature solari, è poi fondamentale che queste possiedano un valore del fattore di trasmissione solare totale, accoppiato al tipo di vetro della superficie vetrata protetta, inferiore o uguale a 0,35.

Si tratta evidentemente di requisiti che richiedono un confronto con il rivenditore, e che si consiglia di verificare prima di procedere all’acquisto.

Bonus tende da sole 2021, sconto in fattura del 50% o cessione del credito

Il decreto Rilancio, oltre ad aver introdotto il superbonus, ha dato il via alla possibilità di monetizzare buona parte dei bonus fiscali sulla casa.

Tra questi vi è anche l’ecobonus, per i quali si può optare per la cessione del credito o per lo sconto in fattura in alternativa al recupero decennale della detrazione fiscale, presentando l’apposita comunicazione telematica all’Agenzia delle Entrate.

Lo sconto in fattura consente al contribuente di beneficiare immediatamente del bonus spettante. È il venditore che applica lo sconto, pari al 50% nel caso delle tende da sole. Si evidenzia che accettare l’applicazione dello sconto in fattura non è obbligatorio per il negoziante.

La cessione del credito è, invece, la seconda via possibile per veloccizzare il recupero del bonus, e prevede che il contribuente ceda il credito d’imposta maturato a soggetti terzi, banche comprese, in cambio del pagamento della somma in denaro.

In pratica, invece di usufruire della detrazione, il contribuente può cedere il beneficio fiscale maturato a un terzo soggetto.

Il decreto Rilancio non pone limiti a tal riguardo: può essere la banca, un’impresa di assicurazione o l’azienda che ha effettuato i lavori.

Bonus tende da sole 2021, gli adempimenti: comunicazione ENEA entro 90 giorni

Per tutti i lavori che comportano un risparmio energetico, tende da sole complete, è necessario trasmettere apposita comunicazione all’ENEA.

La comunicazione ENEA dovrà essere presentata in modalità telematica entro 90 giorni dalla data di fine dei lavori o di collaudo delle opere.

I contribuenti dovranno trasmettere la scheda descrittiva dell’evento, nella quale bisognerà indicare i requisiti e le caratteristiche specifiche dell’intervento effettuato.

Iscriviti a Money.it