Bonus rottamazione auto nel Decreto Rilancio: fino a 4.000 euro di sconto da luglio 2020

Nuovo bonus rottamazione auto nella Legge di Bilancio? È una possibilità, sconto fino a 4.000 euro per l’acquisto di Euro 6.

Bonus rottamazione auto nel Decreto Rilancio: fino a 4.000 euro di sconto da luglio 2020

Nel Decreto Rilancio potrebbe trovare spazio un nuovo bonus rottamazione al fine di far ripartire il mercato delle auto dopo le difficoltà vissute nel periodo di emergenza da COVID-19.

Tra gli emendamenti presentati al Decreto Rilancio - in conversione in Parlamento - infatti, ce n’è uno sostenuto da una parte della maggioranza che punta ad incentivare gli acquisti nel settore dell’automotive riconoscendo un bonus rottamazione fino a 4.000,00€ (a seconda delle situazioni).

Niente di certo, anche perché il nuovo bonus rottamazione auto non mette d’accordo tutti all’interno della maggioranza di Governo: infatti, se da una parte Italia Viva, LeU e Partito Democratico ritengono sia necessario prevedere un incentivo per il rilancio del mercato delle auto, il Movimento 5 Stelle non è della stessa idea e per il momento si oppone a questa eventualità.

Se ne discuterà in Parlamento e non è da escludere che tra le varie compagini si possa arrivare ad un accordo in merito; d’altronde il mercato delle auto - ai minimi storici per le conseguenze del lockdown - richiede con forza un aiuto ed è per questo che il Decreto Rilancio appare la miglior occasione possibile per prevedere incentivi e agevolazioni per l’acquisto di una nuova autovettura.

Dopo il bonus bici, in arrivo anche un bonus acquisto auto? Scopriamolo.

Bonus rottamazione auto nel Decreto Rilancio: ecco cosa prevede il nuovo emendamento

Partito Democratico, LeU e Italia Viva hanno depositato un emendamento al Decreto Rilancio che punta ad incentivare l’acquisto di nuove auto. Come anticipato, sui nuovi acquisti con rottamazione potrebbe esserci uno sconto fino a 4.000,00€ in presenza di determinate condizioni.

Nel dettaglio, per avere il bonus di 4.000 euro è necessario che la vettura rottamata abbia almeno 10 anni di vita. Inoltre, la nuova auto da acquistare deve far parte della categoria Euro 6, con emissioni di CO2 superiori a 61 g/km.

La rottamazione non è però così indispensabile: qualora l’interessato non abbia possibilità di rottamare una vettura con almeno 10 anni di vita, infatti, questo potrà godere comunque di uno sconto di 2.000 euro sulla nuova auto Euro 6.

Bonus rottamazione nel 2021

Ma attenzione, nel caso in cui il nuovo bonus dovesse essere approvato varrebbe solamente per il 2020, almeno a queste condizioni. Si potrebbe godere del bonus rottamazione, quindi, per gli acquisti effettuati dal 1° luglio al 31 dicembre 2020.

Nel 2021 il bonus rottamazione non sparirebbe del tutto, ma verrebbe solamente rimodulato. Nel dettaglio, l’incentivo scende a 2.000 euro in caso di rottamazione, e a 1.000 euro senza rottamazione. Inoltre, questo potrà essere utilizzato solo per gli acquisti di auto Euro 6 con emissioni di CO2 tra i 61 e i 95 g/km.

Resta da capire quale sarà il destino di questo emendamento; c’è da dire che al netto della possibile opposizione del Movimento 5 Stelle potrebbe esserci comunque l’approvazione da parte di Forza Italia che in queste ore ha presentato una serie di emendamenti dagli stessi obiettivi, al fine quindi di rilanciare il mercato dell’automotive.

Quindi le probabilità che questo possa essere approvato sono alte: il settore auto lo spera con forza, così da ridare linfa vitale ad uno dei settori maggiormente in difficoltà a causa della crisi.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories