Bonus libri scolastici, a.s. 2022-2023: contributi regionali, l’elenco dei bandi ancora aperti

Simone Micocci

22/08/2022

22/08/2022 - 17:53

condividi

Contributi per l’acquisto di libri scolastici, i bandi per l’anno 2022-2023: così le regioni favoriscono l’accesso al diritto allo studio.

Bonus libri scolastici, a.s. 2022-2023: contributi regionali, l'elenco dei bandi ancora aperti

Il bonus libri scolastici è una misura voluta dalla legge nazionale - è stato il Family Act a stabilire che le amministrazioni pubbliche prevedano forme di supporto per l’acquisto dei libri di testo in favore delle famiglie con basso reddito - ma che viene disciplinata dalla normativa regionale.

Sono le regioni, infatti, a stabilire termini e condizioni per l’accesso al bonus libri. E visto l’avvicinarsi dell’inizio dell’anno scolastico 2022-2023, per il quale sono previsti degli aumenti di prezzo notevoli per i libri di testo, sono già diverse le regioni che hanno pubblicato i bandi con le informazioni relative all’accesso al bonus. Nel dettaglio, solitamente la regione si limita a indicare il valore Isee entro cui la famiglia ha diritto al contributo e a ripartire le risorse tra i vari comuni del territorio; è compito dell’amministrazione comunale, in base alle risorse stanziate dalla regione e alle condizioni indicate dalla stessa, procedere con l’erogazione dei contributi, totali o parziali, utili per l’acquisto dei libri di testo per l’anno scolastico che sta per iniziare.

Nella generalità dei casi hanno diritto allo sconto - o comunque alla fornitura gratuita - per l’acquisto di libri per la scuola, le famiglie con una situazione economica non particolarmente agiata, la quale va certificata con un Isee in corso di validità. Per scendere nel dettaglio su come funziona il bonus libri per l’a.s. 2022-2023, però, dobbiamo guardare a cosa hanno previsto le singole regioni, analizzando i bandi fino a ora pubblicati.

Va detto che in molte regioni i termini per la richiesta dei bonus libri scolastici sono ormai scaduti: è il caso, ad esempio, del Piemonte (in scadenza il 21 giugno 2022), della regione Lombardia (12 luglio) e Puglia (29 luglio). È scaduto anche il bando per il Friuli Venezia Giulia, mentre molte altre regioni, come Calabria e Abruzzo, non hanno pubblicato alcun bando demandando direttamente ai comuni il compito d’indicare i criteri per l’accesso al bonus.

Bonus libri scolastici 2022-2023: bando regione Lazio

Come ricorda la regione Lazio, la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo rientra nella tipologia di quegli interventi finalizzati a garantire l’accesso al diritto allo studio anche per coloro che hanno modeste possibilità economiche.

Dal momento che per le scuole elementari la fornitura dei libri di testo è già gratuita, misure come il bonus libri in oggetto sono riservate agli allievi delle scuole elementari e medie, purché ovviamente residenti nella regione Lazio e con un Isee inferiore a 15.493,71 euro.

A tal proposito, di seguito trovate il modulo cartaceo che va compilato, firmato e consegnato al Comune di residenza, così che questo possa prendervi in considerazione ai fini del riconoscimento di contributi utili all’acquisto di libri scolastici, o anche dizionari o libri di lettura scolastici.

Modulo per la richiesta dei bonus libri 2022-2023
Clicca qui per scaricare il modulo messo a disposizione dalla regione Lazio per la richiesta dei contributi per l’acquisto di libri di testo.

Bonus libri scolastici 2022-2023: bando regione Emilia Romagna

Dal 5 settembre al 26 ottobre 2022 la regione Emilia Romagna apre i bandi sia per le borse di studio che per i contributi dei libri di testo, la cui erogazione è di competenza dei Comuni.

La richiesta va avanzata utilizzando l’apposito indirizzo (clicca qui) da coloro che hanno un Isee che rientra in una delle seguenti due fasce:

  • Fascia 1: Isee da 0 a 10.632,94 euro;
  • Fascia 2: Isee da 10.632,95 a 15.748,78 euro.

La misura dei contributi verrà definita tenendo conto delle risorse a disposizione e delle domande presentate; avranno priorità coloro che rientrano nella fascia 1.
L’accesso al bonus è riservato agli studenti di età non superiore ai 25 anni, eccetto il caso in cui si tratti disabili certificati ai sensi della legge n. 104 del 1992.

Bonus libri scolastici 2022-2023: bando regione Toscana

La regione Toscana ha stanziato 500 mila euro per riconoscere contributi per l’acquisto dei libri scolastici alle famiglie in difficoltà economica; per la domanda c’è tempo fino al 21 settembre e il contributo ha un valore di massimo 300 euro.

Ne hanno diritto le famiglie con Isee inferiore a 15.748,78 euro; nel caso dei residenti nei comuni di Capraia Isola o Isola del Giglio, vista la specificità del territorio, l’Isee può essere fino a 36.000 euro; in tal caso il contributo può arrivare fino a 5.000 euro.

La richiesta andrà presentata al Comune di residenza.

Bonus libri scolastici 2022-2023: bando regione Campania

Anche la Campania demanda il compito di erogare il bonus libri ai comuni. Seguendo l’esempio dell’Emilia Romagna vengono individuate due fasce Isee, la prima della quale, più bassa, ha la precedenza sull’altra.

Nel dettaglio, per l’a.s. 2022-2023 il valore dell’indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità deve rientrare nelle seguenti soglie:

  • Fascia 1: Isee da 0 a 10.633,00 euro;
  • Fascia 2: Isee da 10.633,01a 13.300,00 euro.

Chi rientra nelle suddette soglie può quindi presentare domanda direttamente al comune di residenza, ricordando che l’importo del beneficio non potrà comunque superare la spesa complessivamente sostenuta.

Bonus libri scolastici 2022-2023: bando regione Sicilia

Nel caso della Sicilia, le domande per il bonus libri 2022-2023 dovranno essere presentate esclusivamente alla scuola frequentata, entro il termine del 14 ottobre 2022. A loro volta, le scuole invieranno il tutto al comune di residenza entro il 18 novembre 2022.

La domanda va presentata da coloro che hanno un Isee non superiore a 10.632,94 euro.

Iscriviti a Money.it