Prezzo Bitcoin: probabile trend rialzista, focus su hodling e Fed

Le quotazioni del Bitcoin si confermano sopra quota 10 mila dollari. Vediamo tre possibili fattori che potrebbero sostenere le quotazioni.

Prezzo Bitcoin: probabile trend rialzista, focus su hodling e Fed

Criptovalute sotto i riflettori. Negli ultimi giorni si è parlato molto di criptovalute dopo che l’Unione europea ha deciso di regolamentare tutto il mondo dei cripto asset, incluse le stablecoin.

Con l’obiettivo di “fornire chiarezza legale e certezza per chi emette e fornisce crypto-asset”, la Commissione ha proposto una serie di regole per i fornitori, che dovranno avere una presenza fisica nell’Unione, che saranno soggetti alla supervisione dell’autorità bancaria europea (EBA) e che dovranno rispettare requisiti minimi, sia per quanto riguarda i livelli patrimoniali che di sicurezza informatica.

Bitcoin: il quadro tecnico

Nelle ultime sedute, il bitcoin si è riportato saldamente sopra quota 10 mila a 10.866 dollari, sostenuto al rialzo dalla trendline che unisce i lows di metà dicembre 2018 e quelli toccati l’8 febbraio 2019. A sostenere la risalita dei prezzi ci sta pensando anche la media mobile a 200 periodi, attualmente passante 9.287 dollari.


BTC/USD, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Al rialzo, possibili resistenze possono essere rinvenute a 12.400 punti, livello che si è dimostrato più volte valido negli ultimi due anni, ed a 13.950 dollari, espressione dei top di metà gennaio 2018.

Peters (eToro): mentalità hodling e Fed sostengono i prezzi

Per Simon Peters, analista di criptovalute della piattaforma di investimenti di eToro, fino a che le quotazioni resteranno sopra i 10 mila dollari, la view è da confermarsi rialzista.

Inoltre, rileva l’esperto, ci sono una serie di indicatori rialzisti attualmente in gioco. “L’hashrate - ampiamente considerato come un indicatore generale della salute di bitcoin - è ai massimi storici. E i dati di Glassnode hanno mostrato che la percentuale complessiva di bitcoin non spostata in oltre tre anni ha raggiunto il tempo massimo di due anni, attestandosi al 30,909%”.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Questo, continua Peters, “suggerisce un aumento della mentalità hodling (dal famoso typo da parte dell’utente GameKyuubi, ndr), che a sua volta è considerata un indicatore rialzista: se l’offerta diminuisce e la domanda aumenta, il prezzo dovrebbe seguire”.

Inoltre, un altro fattore rialzista è rappresentato dalla politica monetaria della Federal Reserve. “La consapevolezza che la Fed è pronta a lasciare che l’inflazione superi il 2%, potrebbe indurre più investitori istituzionali - o anche società quotate - a trovare un posto per ‘l’oro digitale’ nei loro portafogli".

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Bitcoin

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.