Benzina e diesel, prorogato lo sconto: fino a quando sarà in vigore il taglio delle accise

Stefano Rizzuti

24/06/2022

24/06/2022 - 16:23

condividi

Il governo ha prorogato il taglio delle accise sul carburante in scadenza l’8 luglio: ecco fino a quando sarà in vigore lo sconto sul prezzo di benzina e diesel.

Il taglio delle accise sul carburante viene prorogato. Il governo ha deciso di confermare lo sconto sul prezzo di benzina e diesel che permette di pagare meno un pieno al distributore. Il taglio delle accise, introdotto a marzo, è di 30,5 centesimi di euro al litro sia per la benzina che per il diesel. La sua scadenza era fissata all’8 di luglio.

Il taglio comprende sia una vera e propria sforbiciata alle accise che una riduzione del prezzo dovuta al minor costo delle accise e quindi a una riduzione dell’Iva: sommando questi due fattori si arriva alla cifra di 30,5 centesimi al litro. Lo sconto riguarda anche il gpl, ma in questo caso è limitato a circa 10 centesimi di euro al litro.

Il ministro dell’Economia, Daniele Franco, e il ministro per la Transizione ecologica, Roberto Cingolani, hanno firmato il 24 giugno il nuovo decreto interministeriale con il quale viene prorogato lo sconto sul prezzo finale dei carburanti. Vediamo fino a quando sarà in vigore il taglio delle accise con questa nuova proroga e quanto costano oggi benzina, diesel e gpl.

Fino a quando sarà in vigore il taglio delle accise

Con la proroga il taglio delle accise sarà valido fino al 2 agosto. Per tutto il mese di luglio, quindi, il prezzo di benzina e diesel al distributore continuerà a essere scontato di 30,5 centesimi di euro al litro. La proroga - la precedente scadenza era fissata all’8 luglio - riguarda anche il gpl e il metano per autotrazione. Negli scorsi giorni si era ipotizzato anche un ampliamento dello sconto, con una cifra più alta, ma per il momento l’ipotesi sembra essere stata accantonata. Non è detto che lo sconto non possa aumentare ad agosto.

Quanto costano benzina, diesel e gpl oggi

Il prezzo dei carburanti continua a restare elevato, con benzina e diesel ormai costantemente al di sopra dei 2 euro al litro. Le quotazioni, inoltre, sono in risalita in questi ultimi giorni, come dimostrano i dati aggiornati alle 8 del 23 giugno ed elaborati da Quotidiano Energia.

Si registrano, nelle ultime 24 ore, aumenti seppur minimi sia sul costo della benzina che del diesel. Ecco cosa dicono le elaborazioni di Quotidiano Energia sui prezzi dei carburanti:

  • Benzina self: 2,075 euro al litro
  • Diesel self: 2,040 euro al litro
  • Benzina servito: 2,209 euro al litro
  • Diesel servito: 2,179 euro al litro
  • Gpl: tra 0,835 e 0,853 euro al litro
  • Metano: tra 1,809 e 1,919 euro al litro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it