Atlantia: CDP conferma l’offerta, giornata decisiva?

Azioni Atlantia di nuovo in primo piano a Piazza Affari. Cassa Depositi e Prestiti ha confermato l’offerta di acquisizione per Aspi. Giornata decisiva per il dossier autostrade?

Atlantia: CDP conferma l'offerta, giornata decisiva?

Azioni Atlantia di nuovo osservate speciali a Piazza Affari.

Il titolo sta scambiando al ribasso stamane, scosso dalla presentazione ufficiale del piano CDP Equity per l’acquisizione dell’88,06% di Aspi.

L’offerta dettagliata che oggi arriverà sul tavolo del CdA Atlantia non cambia rispetto all’ultima proposta. La holding dei Benetton aveva già fatto sapere di non considerare “conformi e idonei” i termini e le condizioni economiche preliminari. Nel mirino c’è la valutazione Aspi.

In attesa di aggiornamenti sul dossier - e su un possibile accordo - le azioni Atlantia stanno perdendo l’1,95% a 13,57 euro al momento in cui si scrive.

Tonfo azioni Atlantia: c’è l’offerta ufficiale CDP

Reazione negativa di Atlantia in Borsa dopo il comunicato ufficiale di CDP sull’accordo per Aspi.

Cassa Depositi e Prestiti ha autorizzato la presentazione del piano dettagliato per acquisire l’88,06% di Aspi con CDP Equity.

Non cambiano le caratteristiche della proposta preliminare, già accolta con incertezza dalla holding dei Benetton.

Secondo quanto si legge nella nota di Cassa Depositi e Prestiti di oggi, giovedì 28 ottobre, CDP Equity avrà il 40% delle azioni del veicolo con il quale realizzare l’investimento (BidCo) e provvederà alle nomine di Presidente e Amministratore delegato di Aspi e BidCo.

Nella compagine azionaria di BidCo potranno fare ingresso altri investitori italiani.

Blackstone Infrastructure Partners, Macquarie Infrastructure and Real Assets affiancheranno CDP Equity con una quota di BidCo del 30% ciascuno.

Il comunicato sottolinea che i due partner stranieri: “dispongono delle dotazioni finanziarie necessarie e hanno dimostrato negli ultimi mesi, tra i soggetti che hanno manifestato interesse per Aspi, il maggior impegno di risorse nelle attività di due diligence in vista di un possibile investimento.”

Confermata, infine, la forchetta di prezzo 8,5-9,5 miliardi di euro per il 100% di Aspi. Tutta la proposta resta soggetta all’approvazione del Piano Economico Finanziario e alla due diligence.

Giornata decisiva: accordo Autostrade in arrivo?

CDP mette in chiaro che: “l’offerta oggi inviata si colloca nel solco di quanto prospettato da Atlantia e Aspi nella lettera al Governo del 14 luglio scorso ed è coerente con la mission di CDP di sostenere stabilmente e nel lungo termine le infrastrutture strategiche”.

Per quanto riguarda i tempi, si sottolinea che deve esserci prima un riscontro sugli esiti della due diligence da parte del Consorzio dopo 4 settimane dal suo avvio.
In più, se i soci di minoranza di Aspi optano per l’esercizio del diritto di co-vendita delle azioni di Aspi, è previsto che il Consorzio possa acquistare fino al 100% di Autostrade per l’Italia.

La valutazione ora spetta a Atlantia. Il nodo da sciogliere è la valutazione Aspi. TCI e e Spinecap, investitori di minoranza nella holding, hanno già evidenziato che Autostrade potrebbe valere tra 11 e 12 miliardi di euro.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories