Saipem: ritirata guidance 2020 a causa del coronavirus

Cristiana Gagliarducci

16 Aprile 2020 - 09:16

condividi

Azioni Saipem sotto la lente dopo la scelta aziendale di cancellare la guidance 2020 a causa del coronavirus

Saipem: ritirata guidance 2020 a causa del coronavirus

Azioni Saipem in focus nella penultima seduta della settimana.

La società ha scelto di ritirare completamente la sua guidance per l’anno corrente a causa del coronarivus, che ha travolto l’intero mercato energetico.

Proprio per questo motivo le azioni Saipem, che dall’inizio dell’anno in poi hanno perso più del 50% del loro valore, sono finite sotto i riflettori di Milano.

Azioni Saipem: addio alla guidance, ma perché?

A fare luce sulla questione che ha fatto decollare le azioni Saipem, è stato il Presidente del Consiglio di Amministrazione Francesco Caio, che ha spiegato come:

“l’intensificarsi della situazione di incertezza determinata dallo sviluppo pandemico potrebbe causare una forte contrazione della domanda e un conseguente ritardo di alcuni progetti”.

Fino ad ora, il coronavirus non ha permesso di stimare in maniera puntuale l’impatto sulle attività commerciali e sull’operatività, cosa che ovviamente ha reso ancor più difficile la definizione di target precisi.

Da qui la necessità di ritirare la guidance 2020 sancita in occasione della presentazione del bilancio 2019.

Tra i principali obiettivi dell’azienda ricordiamo:

  • Ricavi: 10 miliardi di euro
  • EBITDA adjusted: > di 1,1 miliardi di euro (post-IFRS 16)
  • Investimenti tecnici: 600 milioni di euro
  • Indebitamento finanziario netto: < a 700 milioni di euro (ante-IFRS 16)

Confermato invece l’esame dei risultati del primo trimestre 2020 che si svolgerà il prossimo 22 aprile. Le azioni Saipem hanno avviato la penultima seduta della settimana con un iniziale balzo del 2,5% dopo la cancellazione della guidance.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.