ERG vola grazie ai conti e al piano industriale 2018-2022. I dettagli

Cristiana Gagliarducci

8 Marzo 2018 - 09:37

condividi

Il consiglio di amministrazione di ERG ha approvato l’atteso piano industriale 2018-2022. Tutti i dettagli e le informazioni utili.

ERG vola grazie ai conti e al piano industriale 2018-2022. I dettagli

ERG: conti 2017 e piano industriale 2018-2022 finalmente sotto lo sguardo attento del mercato.

La quotata dell’energia ha aperto l’odierna sessione di Borsa Italiana con un deciso balzo del 2,52%, certamente sostenuta da quell’aumento del 3% dei ricavi, saliti da quota 1,03 miliardi di euro a quota 1,06 miliardi.

A migliorare, ancora secondo i conti 2017 di ERG, è stato soprattutto l’utile netto adjusted, balzato del 32% a 142 milioni di euro - nel quarto trimestre dell’anno la quotata ha registrato un utile di 28 milioni.

In virtù dei citati conti, il consiglio di amministrazione ha proposto la distribuzione di un dividendo di 1,15 euro per azione, di cui 0,4 euro straordinari, con data di stacco prevista per il 21 maggio e data di pagamento per il 23 maggio.

La discesa dell’indebitamento netto da 1,56 miliardi di inizio anno a 1,23 miliardi di euro, oltre che la salita del MOL da 455 a 472 milioni di euro, hanno altresì contribuito all’impennata odierna delle azioni ERG.

ERG vola: il piano industriale 2018-2022

Se i conti 2017 della quotata hanno contribuito al rialzo delle azioni societarie, non meno entusiasmante si è rivelato il nuovo piano industriale 2018-2022 di Erg, anticipato di un anno rispetto alla data prevista sia in virtù del raggiungimento dei target del piano corrente, sia per adeguare i programmi aziendali al nuovo contesto normativo e competitivo.

“Il Gruppo dispone oggi di un proprio knowhow industriale e di un portafoglio di asset ben diversificato, sia tecnologicamente che geograficamente, e ben bilanciato fra fonti programmabili e non programmabili”,

ha affermato Luca Bettonte, Amministratore Delegato di ERG.

Il piano industriale 2018-2022 di ERG si terrà in piedi grazie a due colonne portanti: la crescita all’estero e il rinnovamento tecnologico della flotta Eolica del Belpaese. Gli obiettivi saranno raggiunti, si legge nel comunicato, in virtù di molteplici caratteristiche tra cui l’eccellenza industriale, la flessibilità degli asset e le forti competenze possedute sul fronte dell’Energy Management.

Gli obiettivi di ERG

Nel comunicato stampa da poco pubblicato, ERG ha voluto evidenziare, nero su bianco, ognuno dei singoli obiettivi del piano industriale 2018-2022.

1. Capacità installata: circa 3600 MW a fine 2022 (+850 MW). Saranno fondamentali in tal senso sia lo sviluppo organico che la stipula di accordi di co-sviluppo in Francia, Germania e Regno Unito, oltre che una politica di nuove acquisizioni nei paesi target ed un piano di Repowering & Reblading sui parchi eolici d’Italia con tecnologia obsoleta.

In altre parole l’area Greenfield e co-Sviluppo aiuterà con 350 MW, mentre il Repowering e Reblading in Italia aggiungerà 260 MW e le operazioni di M&A porteranno altri 250 MW.

2. L’EBITDA di Gruppo: si assesterà a 500 milioni di euro nel 2020 e 560 milioni di Euro nel 2022; 2,5 miliardi nel corso dei 5 anni del piano industriale.

3. Gli investimenti totali: nel periodo ammonteranno a €1,68 miliardi. Di questi, 1.561 milioni saranno indirizzati alla crescita e altri 117 milioni al mantenimento.

4. L’indebitamento: risulterà pari 1,2 miliardi di Euro a fine 2022. Il dato rispecchierà una forte generazione di cassa operativa già al netto di oneri finanziari, tasse e variazioni del capitale circolante. Previsto un Deleverage di circa €2 miliardi.

Sul fronte dividendi, ERG ha previsto una cedola ordinaria in aumento a €0,75 per azione ERG sostenibile nell’arco di piano. A ciò si aggiungerà un dividendo straordinario legato alla cessione di TotalErg pari a €0,40 pagato nel 2018.

“Le risorse finanziarie generate, l’elevata qualità dei nostri asset e la flessibilità della struttura organizzativa consentiranno al Gruppo di affrontare le nuove sfide e di cogliere le opportunità che si presenteranno nel prossimo futuro in un settore, quello dell’energia elettrica, in rapida e costante evoluzione”.

Al momento della scrittura, dopo la presentazione dei conti 2017 e del tanto atteso piano industriale 2018-2022 le azioni ERG scambiano con una variazione positiva di 2,56 punti percentuali.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.