Atlantia in rally: accordo con il governo in arrivo?

Azioni Atlantia in volo a Milano: l’accordo con il governo è dietro l’angolo?

Atlantia in rally: accordo con il governo in arrivo?

Azioni Atlantia in grande spolvero a Milano, dove il titolo sta guadagnando più di 3 punti percentuali.

Ancora una volta le forti oscillazioni della quotazione sono state determinate dalle discussioni sulla revoca delle concessioni autostradali, ripetutamente minacciata dopo il crollo del Ponte Morandi.

A far avanzare le azioni Atlantia, in particolar modo è stata la decisione di Aiscat di ritirare il ricorso presentato al TAR contro l’ormai famoso Decreto Milleproroghe. Per gli esperti, questa novità favorirà il raggiungimento di un accordo tra la holding dei Benetton e l’esecutivo.

Azioni Atlantia: accordo con il governo in arrivo?

Aiscat, Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori, ha presentato a dicembre scorso un ricorso contro l’articolo 35 del Decreto Milleproroghe, pensato per cancellare qualsiasi indennizzo nei confronti di Aspi in caso di revoca delle concessioni.

Ieri invece è arrivato l’inatteso dietrofront e il suddetto ricorso è stato ritirato. La decisione, come confermato dalla stessa società, ha trovato ragion d’essere nella speranza che la controversia tra la holding dei Benetton e il governo si risolva positivamente.

Le azioni Atlantia hanno condiviso questo entusiasmo e hanno imboccato prepotentemente la via del rialzo nella prima seduta utile.

Quella di Aiscat dunque è sembrata una mossa giustificata dalla necessità di levarsi di torno per permettere una corretta e pacifica risoluzione della questione. La scelta, secondo gli esperti, spianerà la strada a un’intesa tra le parti.

“Tuttavia, considerato che il negoziato con il governo potrebbe costare ad Atlantia circa 4 euro per azione come sanzioni e tariffe, riteniamo che il titolo stia pienamente scontando il fatto che la concessione non sarà revocata ad Aspi”,

hanno affermato da Fidentiis.

Tra i più ottimisti si sono schierati anche gli analisti di Banca Imi, secondo cui il dietrofront annunciato porterà presto al raggiungimento di un accordo tra governo e Atlantia.

Più e più volte il tema della revoca delle concessioni ha influenzato (nell’uno e nell’altro senso) l’andamento del titolo a Piazza Affari. Quest’oggi la questione è riuscita a sollevare la quotazione che è riuscita a sovraperformare persino il FTSE MIB.

Al momento in cui si scrive, le azioni Atlantia stanno scambiando con un rialzo del 2,7% su quota €22,71.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Atlantia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.