Le aziende dove i giovani vorrebbero lavorare, la classifica 2022

Giorgia Bonamoneta

16 Novembre 2022 - 21:54

condividi

Quali sono le migliori aziende dove i giovani vorrebbero lavorare? Ecco la classifica secondo 16.000 dipendenti italiani.

Le aziende dove i giovani vorrebbero lavorare, la classifica 2022

I millennials (i nati tra il 1981 e il 1996) preferiscono lavorare nel mondo della tecnologia e dell’informatica. La generazione di millennial, secondo il parere di 16.453 persone coinvolte nella ricerca, è piuttosto unita nel decretare i servizi informatici, di consulenza e il settore tecnologico come i migliori nel quale lavorare.

La ricerca di Great Place to Work si basa sulle risposte dei lavoratori tra i 25 e 41 anni di ben 210 aziende italiane. Il questionario, nel quale veniva loro richiesto di tratteggiare un giudizio sul rapporto con la direzione, i rapporti con i colleghi ma anche l’orgoglio di lavorare per quella determinata azienda, pone al centro il dipendente. L’aspetto fondamentale emerso dalle risposte è che i giovani tra i 25 e 41 anni preferiscono lavorare nei luoghi più attenti al loro benessere psicologico, dove è possibile ricoprire il proprio ruolo con maggiore leggerezza, in realtà meritocratiche ed etiche.

Le aziende dove i giovani vorrebbero lavorare sono quelle dove vi è la possibilità di lavorare in maniera flessibile, con la possibilità dello smartworking per esempio e in generale dove andare al lavoro non sia un peso. Infatti le aziende presenti in classifica e nei primi posti sono quelle dove le persone sono felici di andare a lavorare.

La classifica 2022 delle aziende migliori secondo i millennials

Great Place to Work ha stilato, con l’auto di oltre 16 mila dipendenti, la classifica delle migliori aziende nelle quali lavorare. La classifica si basa sulle risposte dei millennials (nati tra il 1981 e il 1996) ma non solo. Infatti il metodo per calcolare quali sono le aziende dove i giovani preferiscono o vorrebbero lavorare si basa 2/3 sulle risposte dei millennials e il restante 1/3 su dipendenti non millennials.

Le aziende emerse da questa ricerca sono, in ordine di preferenza dei dipendenti:

  • Bending Spoons
  • Sidea Group
  • Nebulab
  • Reverse
  • American Express Italia
  • Storeis
  • Skylabs
  • Webranking
  • Teleperformance Italia
  • Cleafy
  • UNOX
  • Sorgenia
  • Cisco Systems Italy
  • Auxiell
  • ICONSULTING
  • Casavo Management
  • Mia-Platform
  • Deghi
  • Ermes Cyber Security
  • Wide Group

Le aziende nella classifica rappresentano settori diversi, ma tutti all’interno di quello che potremmo definire “nuovi servizi” tra cui quelli tecnologici e informatici. Anche il servizio della pubblicità e del marketing, o più in generale dell’informazione come media e servizi Internet, rappresentano un settore nel quale i giovani vorrebbero e preferiscono lavorare.

Dove vogliono lavorare i giovani? I criteri essenziali

I giovani tra i 25 e 41 anni, quelli all’interno della cosiddetta generazione Y o millennials, preferiscono lavorare all’interno di aziende tecnologiche, informatiche e dell’informazione. Anche se non sono nativi digitali, con la tecnologia sono cresciuti e in questa vedono il proprio futuro. Sono queste le aziende che fanno maggiormente attenzione alle richieste dei giovani, dall’etica, all’ecologia, fino al benessere della persona.

Uno degli aspetti più importanti emerso dalla ricerca su oltre 16.000 dipendenti è proprio il rispetto della salute psicologica. Il benessere dato dal rapporto con la direzione e con i colleghi è essenziale per vivere all’interno di un contesto lavorativo non stressante. In questo modo i giovani vanno a lavoro volentieri, in ambienti dinamici e non tossici. Sono queste le caratteristiche favorite dai giovani emerse insieme al forte pregio della flessibilità oraria e la presenza dello smartworking come sistema integrato nella gestione dei turni di lavoro.

Argomenti

# Lavoro

Iscriviti a Money.it