Caro bollette, intervista ad Armani (Iren): “Per evitare aumenti la soluzione è investire nelle rinnovabili”

Stefano Rizzuti

15 Ottobre 2021 - 13:17

condividi

Intervistato da Money.it Gianni Vittorio Armani, amministratore delegato di Iren, fa il punto sul caro bollette e spiega qual è la soluzione per evitare nuovi aumenti su luce e gas anche in futuro.

Caro bollette, intervista ad Armani (Iren): “Per evitare aumenti la soluzione è investire nelle rinnovabili”

L’aumento delle bollette che si è registrato negli ultimi due trimestri potrebbe proseguire nei prossimi mesi. Il problema, però, può avere una soluzione: investire nelle rinnovabili. Ne è convinto Gianni Vittorio Armani, amministratore delegato Iren. Intervistato da Money.it a margine di un convegno sul capitale umano nel PNRR Armani spiega le motivazioni dell’aumento che si è registrato finora e prova a tracciare uno scenario per il futuro di energia e gas.

Perché sono aumentate le bollette

In primis l’amministratore delegato di Iren spiega a cosa sono dovuti gli aumenti registrati soprattutto nell’ultimo trimestre del 2021. Da una parte c’è l’incremento del costo del gas su cui è possibile controllare “solo marginalmente il prezzo, sono dinamiche di prezzo internazionali”, dipendenti dalla mancanza di energia del Sud-est asiatico e dalla scarsa disponibilità dalla Russia. L’altro elemento riguarda il costo della Co2 che è aumentato per motivi legati alla “sostenibilità e alle regole che ci diamo per accelerare questo passaggio”.

La soluzione di Armani contro il caro bollette

Per Armani la soluzione per uscire dal problema del caro bollette è “investire nelle rinnovabili: il PNRR va nella giusta direzione e questa è la scelta più giusta”. Innanzitutto perché è l’opzione “più economica: produrre un kWh oggi è molto più competitivo che farlo col gas ed è ciò che rende il continente indipendente dall’estero e dalle fonti energetiche”.

La soluzione prospettata dall’amministratore delegato di Iren non è troppo a lungo termine: “Non ci vuole tantissimo per arrivare agli obiettivi del Pnrr. Chiaramente ci vuole una scelta Paese di investire sistematicamente verso questa risorsa”.

La scelta politica e l’investimento nelle rinnovabili

A giudizio di Armani ad oggi c’è la volontà politica di investire nelle rinnovabili anche al di là del PNRR. Secondo l’ad di Iren sembra esserci l’attenzione verso l’avvio di progetti che “vanno effettivamente nella direzione di semplificare”. Serve intervenire anche sui funzionari e sulla pubblica amministrazione, agevolando il lavoro dei dipendenti della Pa.

Per quanto tempo continuerà il caro bollette

L’aumento delle bollette potrebbe continuare nei prossimi mesi anche se fare previsioni è difficile. Armani spiega che attualmente il costo di estrarre da un nuovo giacimento è il doppio di quello standard e si deve tornare a quell’equilibrio economico.

L’aumento potrebbe esserci ancora nei prossimi mesi, secondo l’ad di Iren. Anche perché ora “inizia l’inverno e se non c’è offerta il mercato si stabilizza su prezzi più alti. Poi però arriveranno investimenti su giacimenti in altri posti e quindi arriverà il gas nelle altre stagioni e quindi non è un segnale a lungo termine”.

Cosa si può fare per evitare il caro bollette

Difficile pensare a un intervento risolutivo contro l’aumento delle bollette considerando che il mercato è suscettibile a “oscillazioni di prezzo”. Adesso i prezzi del gas sono molto alti ed “è chiaro che lo Stato non può intervenire e fare la copertura contrattuale con tutti”.

Inoltre ci sono le iniziative delle singole società, come spiega Armani in riferimento a quanto avviene nella sua azienda: “Se guardo i miei clienti, i clienti di Iren, noi abbiamo contratti che sono bloccati ai prezzi precedenti e ovviamente ci siamo coperti sulla fornitura dell’energia a suo tempo e quindi non c’è stato un gradino sulle bollette del singolo, ma ci sarà andando avanti nel tempo”.

Iscriviti a Money.it