Titoli di Stato: salgono i rendimenti dei CTZ a 2 anni

Il Ministero del Tesoro ha comunicato di aver registrato il tutto esaurito nelle aste odierne. Salgono i rendimenti dei CTZ a 2 anni, mentre scendono quelli dei BTp a 15 anni indicizzati all’inflazione

Titoli di Stato: salgono i rendimenti dei CTZ a 2 anni

Il Ministero del Tesoro ha pubblicato l’esito delle audizioni in programma questa mattina, che prevedevano il collocamento dei CTZ a due anni e dei BTPi a 15 anni.

Andando nello specifico, l’undicesima tranche del CTZ con scadenza 29 giugno 2021 e codice ISIN IT0005371247 collocato questa mattina, ha fatto segnare il tutto esaurito rispetto all’offerta di 3,5 miliardi di euro. Il prezzo medio dell’emissione è uguale a 98,505. La domanda è stata pari a 5,365 miliardi di euro, con un rapporto di copertura a 1,53. Il rendimento è stato dello 0,697%. Informazioni negative dagli yield di questo collocamento, che sono cresciuti di 40,9 punti base nei confronti della precedente asta.

Per quanto riguarda l’emissione dei BTpi (ISIN IT0005138828), scadenza al 15 settembre 2032 sono stati interamente collocati i 909 milioni di euro offerto dal Tesoro. Il coupon è pari all’1,25%.

Con una domanda pari 1,213 miliardi di euro, il rapporto di copertura tra ammontare richiesto dagli investitori e quantitativo offerto dall’Italia è stato pari a 1,33.
Il prezzo di emissione è stato di 92,17 e prevede un rendimento lordo all’1,93%, in diminuzione di 31 punti base rispetto all’asta dello scorso 22 febbraio 2019.

Iscriviti alla newsletter Risparmio e Investimenti

Argomenti:

Titoli di Stato BTP CTz

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.