Trimestrale Apple: le stime aggiornate sui numeri del secondo trimestre

Domani è il gran giorno dei conti di Apple. Determinante nei primi tre mesi, la contrazione del mercato cinese dovrebbe registrare un’attenuazione. Di seguito le stime aggiornate degli analisti.

Trimestrale Apple: le stime aggiornate sui numeri del secondo trimestre

Salite di quasi 30 punti percentuali da inizio anno, domani per le azioni Apple arriverà il fatidico momento dei conti del secondo trimestre fiscale.

Si tratta di uno degli appuntamenti più attesi dell’attuale stagione delle trimestrali. Finora i conti della Corporate America hanno sorpreso al rialzo permettendo agli indici a Wall Street, spinti anche dai numeri in arrivo dall’economia reale (Stati Uniti: tante luci ma qualche ombra dai dati sul Pil), di mettere a segno nuovi massimi storici.

Secondo i numeri elaborati da FactSet, tra le 250 aziende dello S&P500 che finora hanno presentato i risultati dei primi tre mesi, circa tre quarti hanno battuto le stime.

Il dato complessivo, in linea con il 72% medio degli ultimi cinque anni, stupisce anche in termini di scostamento dal consenso che, al 5,3%, è maggiore di circa mezzo punto percentuale rispetto alla media quinquennale.

Sulla base di questi risultati, la view sull’andamento di questa earning season è stata migliorata: dalla contrazione annua di quasi 4 punti percentuali stimata fino a qualche settimana fa, ora l’attesa è per un calo del 2,3%.

Trimestrale Apple: queste le attese degli analisti

Per i conti della società della mela morsicata, che saranno diffusi domani dopo la chiusura della contrattazioni, gli analisti stimano un utile per azione (eps, earning per share) trimestrale di 2,36 dollari e ricavi a 57,4 miliardi di dollari, rispettivamente -14 e -6,1 per cento rispetto a 12 mesi fa.

Il giro d’affari relativo gli iPhone è stimato in rosso del 15% mentre quello dei servizi dovrebbe segnare un incremento del 19%.

Se nei primi tre mesi dell’esercizio le indicazioni deludenti arrivate dai conti erano riconducibili “per oltre il 100% –come ha detto il Ceo Tim Cook nel corso della conference call- alle performance della regione cinese”, questa volta la contrazione riconducibile alla Greater China dovrebbe essere minore e pari al 6%.

Per il trimestre corrente, il terzo a livello fiscale, la società dovrebbe indicare una guidance a livello di eps di 2,08 dollari e ricavi a 51,93 miliardi.

A livello di giudizi, dei 39 analisti contattati da Factset, 19 hanno una raccomandazione di acquisto, 17 un giudizio “hold” e 3 consigliano di vendere. Il prezzo obiettivo medio è fissato a 198,64 dollari, -2,8% rispetto alla chiusura di venerdì (204,3$).

Trimestrale Apple: vendite iPhone attese in calo

Secondo Chris Caso, analista di Raymond James, le vendite di iPhone dovrebbero segnare una contrazione di quasi 20 punti percentuali a 42 milioni di unità. “Secondo il nostro modello corrente –ha detto Caso- il prezzo medio di vendita potrebbe segnare un calo del 15% annualizzato rispetto al trimestre precedente e l’abbassamento è destinato a impattare vendite, margini e fatturato dell’AppleCare”.

“Anche se stimiamo un contesto sfidante per le vendite di iPhone a causa dell’allungamento del ciclo sostitutivo in vista del lancio dei dispositivi 5G nel 2020, la nostra view è improntata all’ottimismo grazie alla crescita dei dispositivi indossabili, in particolare l’Apple Watch”, ha invece rilevato Angelo Zino di CFRA.

Trimestrale Apple: maxi ritorni per gli azionisti?

Con una cassa di 130 miliardi di dollari a fine 2018, Aaron Rakers di Wells Fargo stima che la società di Cupertino, in linea con quanto già fatto nel 2016 e nel 2017, potrebbe annunciare un incremento di 35 miliardi al piano di riacquisto azioni (già fissato al livello record di 100 miliardi di dollari).

In aggiunta, è attesa una crescita del dividendo. Dopo il +15,9% di un anno fa, Rakers si attende un incremento di circa 10 punti percentuali.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Apple Inc.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.