Apple ha trovato il modo per evitare la guerra dei dazi

Forse Apple ha trovato il modo di evitare che gli iPhone siano penalizzati dalla Guerra commerciale sull’asse Pechino-Washington.

Apple ha trovato il modo per evitare la guerra dei dazi

Nonostante le relazioni sull’asse Pechino-Washington siano sempre più difficili, quelle tra Foxconn e Apple non potrebbero essere più solide.

Il colosso di Shenzen per bocca di un manager ha fatto sapere di poter spostare fuori dai confini cinesi alcune sue importanti produzioni.

Si tratterebbe di una mossa destinata ad aggirare l’incremento dal 10 al 25 per cento dei dazi a carico delle importazioni cinesi. Tra i prodotti oggetto della misura ci sono ovviamente gli smartphone, ma anche i tablet, i laptop e gli smartwatch.

Apple: un piano di backup per aggirare i dazi

Secondo le informazioni trapelate nelle ultime ore, Foxconn disporrebbe, fuori dalla Cina, della capacità produttiva necessaria a produrre gli iPhone destinati al mercato statunitense.

In questo modo, i preziosi melafonini potrebbero entrare negli Stati Uniti privi dei dazi. La tempistica della misura sarebbe particolarmente importante, visto che nel trimestre al 31 marzo le vendite di iPhone sono scese a 31 miliardi di dollari, contro i 37,6 miliardi di un anno prima.

Apple: Foxconn, abbiamo capacità produttiva a sufficienza

L’ipotesi, riporta Bloomberg, è stata ventilata da un executive della Hon Hai Precision Industry, meglio conosciuta come Foxconn. Hon Hai rappresenta il più importante partner manifatturiero della società di Cupertino.

“Il 25% della nostra capacità produttiva si trova fuori dalla Cina e possiamo aiutare Apple ad affrontare le sue esigenze sul mercato statunitense”, ha detto il manager aggiungendo che investimenti dedicati ad Apple sono in corso in India. “Disponiamo della capacità produttiva per venire incontro alle richieste di Apple”.

Anche se finora non sono arrivate da Apple richieste in questo senso, ha riferito il manager, Hon Hai è in grado di spostare le linee produttive sulla base della necessità dei suoi clienti.

Azioni Apple in parità

Negli Stati Uniti finisce un iPhone su quattro e quindi lo spostamento delle linee produttive, ha evidenziato Neil Mawston di Strategy Analytics, necessiterebbe di almeno uno o due stabilimenti fuori dal Regno di Mezzo.

A circa un’ora dall’avvio delle contrattazioni, le azioni Applequotano in perfetta parità a 194,81 dollari, portando il saldo delle ultime cinque sedute al +6,51%.

Da inizio anno, le azioni Apple avanzano del 23%.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Apple Inc.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.