L’anno della logistica e del commercio per la rinascita del casertano

Domenico Letizia

24 Febbraio 2023 - 20:23

condividi

La rinascita economica del territorio casertano si concretizza attraverso la realizzazione di un ecosistema logistico e multimodale sostenibile.

L’anno della logistica e del commercio per la rinascita del casertano

Il 2023, i fondi del Pnrr e la buona amministrazione potrebbero riscrivere il ruolo economico, commerciale e infrastrutturale del basso casertano, generando una ripresa economica per la Campania e l’intero contesto meridionale. In uno scenario geopolitico e geoeconomico caratterizzato da mutamenti globali e da un nuovo protagonismo per la rete commerciale del Mediterraneo, l’ISE-Interporto Sud Europa, posto al centro del mar Mediterraneo, nei Comuni di Marcianise e Maddaloni, a pochi chilometri dall’aeroporto di Capodichino e al centro di importanti snodi autostradali, gioca un ruolo fondamentale che la pubblica amministrazione non vuole perdere. L’Interporto Sud Europa contribuisce in modo significativo al sistema internazionale dell’intermodalità, grazie soprattutto al terminal di circa 200.000 mq, direttamente collegato al più grande scalo ferroviario del Sud Italia, lo scalo merci Marcianise/Maddaloni attraverso un impianto di presa/consegna di estrema importanza.

Il ruolo logistico dei Comuni di Maddaloni e Marcianise e l’importanza dell’Infrastruttura dell’Interporto Sud Europa è semplice da comprendere se analizziamo i dati della movimentazione delle merci in Italia e all’estero. La posizione dell’Interporto, ubicata tra i porti di Napoli e Salerno, costituisce un’opportunità unica per le aziende che operano in Campania, nelle regioni limitrofe e le grandi aziende di distribuzione del Nord Italia. La rinascita economica del territorio casertano si concretizza attraverso la realizzazione di un ecosistema logistico e multimodale sostenibile, efficiente, tecnologicamente all’avanguardia che permette la creazione di valore aggiunto tra le aziende e il mercato, con il conseguente sviluppo del territorio e del paesaggio.

Uno sviluppo armonioso, innovativo e sostenibile del territorio che può esplodere solo se accanto alla buona gestione imprenditoriale e logistica accompagniamo una visione politica e una sapiente gestione del territorio. La buona notizia è che anche i Comuni del casertano hanno compreso tale opportunità. Un esempio autorevole è cosa sta accadendo nel territorio di Maddaloni, cittadina estremamente importante al confine tra la provincia di Caserta, di Napoli e di Benevento. La realizzazione del Casello autostradale dell’A30 Caserta-Salerno, un’opera strategica per la viabilità dell’area e soprattutto per la funzionalità e l’efficienza logistica dell’Interporto Sud Europa di Maddaloni – Marcianise e del vicino scalo merci ferroviario è un esempio emblematico di tale virtuosa sinergia.

Nel corso delle ultime settimane, l’ingegnere e project manager di Autostrade Italia, Antonio Tosi, ha confermato con un comunicato ufficiale ad Andrea De Filippo, Sindaco del Comune di Maddaloni, l’autorizzazione definitiva alla ripresa dei lavori del Casello autostradale dell’A30, dopo i lunghi e dispendiosi lavori di indagine successivi al ritrovamento di una tomba antica, dei resti di una chiesa di origine romana e di alcuni reperti archeologici.

Nelle prossime settimane è previsto un incontro ufficiale per programmare l’apertura effettiva dell’importante Casello autostradale, finanziato dalla Società Autostrade, dalla Regione Campania e dall’Interporto Sud Europa. Grazie all’azione sinergica tra le istituzioni economiche e quelle politiche del territorio di Maddaloni, il ruolo dell’Interporto Sud Europa per lo sviluppo della Regione, in particolare del Sud Italia, favorendo l’utilizzo dell’infrastruttura intermodale di ISE che risulta strategica per l’accoglienza e la movimentazione delle merci in Italia e all’estero, ritorna a essere centrale.

Maddaloni attende da numerosi anni l’apertura del Casello Autostradale. Con la messa in sicurezza dei reperti archeologici e la conclusione della fase di monitoraggio dei lavori, entro un anno la Città di Maddaloni vedrà la concreta operatività del Casello autostradale”, ha recentemente dichiarato il Sindaco, Andrea De Filippo.

Dal basso casertano proviene un esempio concreto e virtuoso per una rinascita della programmazione dell’Interporto e dell’economia del territorio che si concretizza attraverso la realizzazione di un ecosistema logistico e multimodale sostenibile, efficiente, tecnologicamente all’avanguardia e che permetterà la creazione di valore aggiunto tra le aziende e il mercato, con il conseguente sviluppo del territorio e delle opportunità occupazionali.

Commenta:

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.