Dax: nel mirino nuovi massimi annuali?

L’analisi tecnica sul Dax evidenzia una nuova fase di positività sull’indice. Il solido livello supportivo colpito poche sedute fa potrebbe creare le basi per segnare nuovi top del 2019

Dax: nel mirino nuovi massimi annuali?

Seduta timidamente positiva per l’indice Dax, le cui velleità rialziste sono in parte attribuibili ai dati positivi sul PMI dei servizi tedesco di maggio (finale), che ha battuto le attese degli analisti.


Dax, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

L’analisi tecnica sul principale listino teutonico mette in luce come gli acquisti degli scorsi giorni si siano verificati a ridosso di un livello corroborato dal transito della media mobile semplice a 200 giorni e da quello della trendline che collega i top del 19 marzo a quelli del 2 aprile 2019.

Oltre a questo, si deve considerare che in zona 11.620 punti è presente il 38,2% del ritracciamento di Fibonacci disegnato dai minimi del 27 dicembre 2018 ai massimi del 3 maggio 2019. Non solo, tra il 31 maggio e il 3 aprile 2019 si è formato un pattern di bullish Engulfing.

Per una ripresa di vigore più strutturata però servirebbe un ritorno dei corsi al di sopra di 12.150 punti: qui verrebbe violato anche il livello dinamico collegante i top del 3 a quelli del 16 maggio 2019.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Dax


Elaborazione Ufficio Studi di Money.it

Visto quanto emerso dall’analisi tecnica, si potrebbero valutare strategie di matrice long in caso di di chiusura superiore a 12.150 punti. Lo stop loss andrebbe posto a 11.750 punti, mentre l’obiettivo principale a 12.550 punti. Un target più ambizioso sarebbe invece identificabile a 12.600 punti. In generale, quello delle scorse ottave può ancora essere considerato come una correzione dell’uptrend che accompagna i prezzi da inizio anno.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.