Eur/Usd: strategie long hanno più margine, Dollar Index sotto pressione

Le quotazioni dell’Eur/Usd hanno recentemente formato una bear trap che potrebbe far tornare la forza sul cambio. Gli occhi saranno puntati a quanto emergerà dal meeting della Federal Reserve previsto per il prossimo 20 marzo, che potrebbe cambiare le carte in tavola

Eur/Usd: strategie long hanno più margine, Dollar Index sotto pressione

Seduta di pausa per le quotazioni dell’Eur/Usd, che durante la prima parte della mattinata non registrano movimenti di rilievo. Quello a cui si è assistito nelle scorse sedute è stata un esempio perfetto di trappola per orsi: la scorsa settimana infatti, dopo i toni particolarmente dovish assunti in conferenza stampa del Presidente della BCE, Mario Draghi, i prezzi hanno formato una candela Marubozu che ha rotto la trendline che collega i minimi del 13 novembre 2018 a quelli del febbraio 2019.


Eur/Usd, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

I compratori hanno reagito prontamente, recuperando la totalità di quella sessione, che si è rivelata come una barra di esaurimento. I corsi sono ora prossimi al test della linea di tendenza che connette i top del 10 a quelli del 30 gennaio scorsi. Se tale ostacolo venisse violato, la polarizzazione dell’Eur/Usd di breve periodo cambierebbe, diventando rialzista.


Dollar Index, grafico settimanale. Fonte: Bloomberg

Alcune indicazioni riguardo alla debolezza del biglietto verde si potevano intuire osservando l’indice del Dollaro, che ha effettuato il test millimetrico della resistenza a 97,693 punti. Tale area corrisponde inoltre al 61,8% del ritracciamento di Fibonacci del movimento bearish iniziato a giugno 2016 e conclusosi nei primi mesi del 2018.

Analizzando questo indice, emerge come il Dollaro Usa abbia ancora del margine per indebolirsi, almeno fino a quota 96,10 punti, zona di transito di un importante supporto dinamico. Il focus sarà al meeting della Federal Reserve previsto per il prossimo 20 marzo, in cui si avranno indicazioni più chiare relativamente alle prossime mosse di politica monetaria che influenzeranno l’andamento del biglietto verde.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Eur/Usd


Elaborazione Ufficio Studi di Money.it

L’analisi combinata di questi due mercati indica che l’Eur/Usd potrebbe avere altro spazio di apprezzamento. Sarebbero quindi valutabili strategie di matrice long da 1,1267. Lo stop loss sarebbe da porsi a 1,1170, mentre l’obiettivo principale a 1,1380. Il target più ambizioso sarebbe invece localizzato sulla resistenza grafica e psicologica a 1,14.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.