BCE rafforza la moneta unica: assist per un long su Eur/Usd

Ufficio Studi Money.it

25 Luglio 2019 - 15:39

condividi

Dopo la conferenza stampa del Presidente della BCE, Mario Draghi, l’Eur/Usd veleggia al di sopra della parità. Dal punto di vista grafico, i corsi hanno dato vita a un potenziale pattern di Engulfing. Vediamo come operare

BCE rafforza la moneta unica: assist per un long su Eur/Usd

L’Eur/Usd mostra vigore dopo la conferenza stampa del Presidente della BCE, Mario Draghi, che ha confermato l’intenzione di agire dell’istituto centrale in un quadro economico in deterioramento (per approfondire).

Eur/Usd, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Una reazione ampiamente scontata dai prezzi del cambio, che ha reagito dapprima con un ribasso fino a quota 1,1102, salvo poi riprendersi e dare vita ad un potenziale pattern di bullish Engulfing con la barra di ieri, 24 luglio.

Dal punto di vista grafico, a sorreggere le quotazioni della moneta unica è stata la fascia di supporti transitanti nell’area compresa tra 1,1096 e 1,1118. Ora per il cambio si apre uno scenario positivo, con i corsi che avrebbero la possibilità di portarsi verso quota 1,12, zona di passaggio della linea di tendenza ottenuta con i lows del 18 giugno e quelli del 9 luglio 2019.

Nel caso in cui anche questo livello di concentrazione di offerta dovesse subire una violazione, gli acquirenti potrebbero tentare il test di una delle resistenze più importanti per il cambio, ossia la media mobile semplice a 200 giorni, a 1,1310. Solamente con un breakout deciso di questa soglia i corsi potranno tornare verso 1,15.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita
*Il 68% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario valutare se si può sostenere il rischio elevato di perdere il capitale investito.

Strategie operative su Eur/Usd

Elaborazione Ufficio Studi di Money.it

La forte reazione dei compratori sull’area supportiva menzionata potrebbe creare l’occasione per implementare strategie di matrice long da 1,1176. In tal caso, lo stop loss andrebbe posto al di sotto dei minimi odierni, a 1,1080, mentre l’obiettivo principale sarebbe localizzato a 1,1280. Il target più ambizioso andrebbe invece posto a 1,1310, dove transita la SMA 200.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.