Analisi tecnica: per Unicredit possibile rimbalzo dopo sell-off di questi giorni e chiusura gap a 14 euro?

Le pesanti vendite che hanno colpito la quasi totalità dei titoli bancari italiani non ha risparmiato le azioni della banca di Piazza Gae Aulenti. Il trend ribassista delle ultime settimane è confermato, lecito tuttavia attendersi nel breve timidi rimbalzi

Analisi tecnica: per Unicredit possibile rimbalzo dopo sell-off di questi giorni e chiusura gap a 14 euro?

Lo spread BTP-Bund che vola e le banche che continuano ad inanellare un minimo dopo l’altro. Questo il leitmotiv di questi primi due giorni di Borsa, con gli investitori internazionali preoccupati dall’incertezza politica che aleggia sull’Italia che hanno preferito liquidare le loro posizioni.

In questo contesto, non si sono salvate alla speculazione internazionale le azioni di Unicredit, con le quotazioni di Borsa che hanno riportato le lancette indietro di oltre un anno, ai minimi da circa 13 mesi. La seduta odierna è stata da incubo per gli azionisti della banca, con l’azione di Piazza Gae Aulenti che ha lasciato sul terreno il 5,6% scendendo sotto la soglia tecnica e psicologica dei 14 euro.

Quadro grafico generale

L’azione, che ha fermato le lancette a quota 13,97 euro registrando un minimo intraday a 13,826 euro, ha chiuso oggi un gap rialzista aperto da quota 13,99 euro quando in Francia nell’aprile 2017 Macron riuscì ad andare al ballottaggio con Marine Le Pen.

L’analisi del titolo su un grafico con timeframe settimanale evidenzia inoltre come in prossimità degli attuali valori di prezzo, l’azione Unicredit scambi vicino al transito di due distinte trendline supportive. Una ottenuta con i minimi crescenti di luglio e agosto 2016, l’altra disegna con i massimi decrescenti dell’ultima settimana di maggio 2016 e quelli di fine marzo 2017.

Strategia operativa, livelli e target

In un contesto politico molto complesso e dopo i movimenti molto violenti e decisi degli ultimi giorni, il titolo di Unicredit potrebbe dunque ancorarsi a questi elementi tecnici per intraprendere la strada di un rimbalzo.

Movimento evidentemente di breve, perché nel lungo non si può trascurare la violazione della linea di tendenza rialzista individuata dai minimi di marzo e metà aprile 2017. Da un paio di settimane ha capitolato alla pressione dei venditori e ora contribuisce a segnalare l’inversione al ribasso del trend di lungo periodo.

Come si sa tuttavia i mercati non si muovono difficilmente lungo strade unidirezionali. Per questo motivo, la presenza dei supporti dinamici precedentemente menzionati potrebbero favorire un recupero delle quotazioni. Chi volesse valutare simili strategie, in un’ottica marcatamente speculativa, potrebbe così considerare di posizionarsi in acquisto a 13,83 euro.

Con stop che scatterebbe in caso ulteriori vendite capaci di far scivolare le quotazioni di Unicredit sotto la soglia di 13,45 euro, gli obiettivi di questa operatività si avrebbero dapprima a 15,47 euro, nuova importante soglia resistenziale statica, e successivamente, ma su un orizzonte temporale più esteso, a 16,70 euro per azione.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.