Unicredit: strategie operative all’interno del trading range

Le azioni del titolo di Piazza Gae Aulenti sono in evidenza a Piazza Affari, dopo la contestazione avviata dalla Commissione europea. La struttura tecnica farebbe privilegiare operazioni di matrice rialzista, in caso di ulteriore ribasso su una duplice area supportiva. Ecco i livelli da monitorare secondo l’analisi tecnica

Unicredit: strategie operative all'interno del trading range

Le azioni Unicredit sono in evidenza a Piazza Affari a seguito della contestazione avviata dalla Commissione europea.

Ad alzare il velo sulla questione è stato la stessa banca guidata da Jean Pierre Mustier tramite una nota pubblicata sul suo sito ufficiale nella tarda serata di ieri (clicca qui per approfondire).


Unicredit, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

A livello tecnico le azioni Unicredit proseguono il ribasso partito dal top segnato il 3 aprile in area 12,30 euro, livello che rappresenta la parte superiore del trading range in atto da fine febbraio.

I prezzi di Unicredit, infatti, proseguono all’interno di una figura rettangolare che vede come resistenza il livello precedentemente menzionato e come supporto la linea orizzontale che conta i minimi segnati l’8 e il 27 marzo a 11,1660 euro.

È inoltre importante notare che il recente ribasso delle quotazioni non è avvenuto su un livello qualunque. Oltre alla resistenza statica precedentemente menzionata vi è anche la media mobile a 200 giorni, ora transitante a 12,0726 euro, la quale ha ostacolato la risalita dei prezzi in più occasioni.

I corsi sono quindi intrappolati sia dentro il trading range, sia tra la SMA200 e la SMA50, quest’ultima transitante a 11,39 euro. Considerato che l’andamento di medio periodo rimane ancora rialzista, almeno fino alla tenuta del supporto a 11,1660 euro, si potrebbero privilegiare strategie long.

In particolare, nel caso di ulteriore ribasso, si potrebbero attendere segnali di forza in prossimità dell’area supportiva compresa tra la SMA50 e il livello statico inferiore del trading range.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Unicredit


Elaborazione Ufficio studi di Money.it

Considerata la struttura tecnica di Unicredit si potrebbero privilegiare strategie di matrice rialzista nel caso di segnali di forza in prossimità di 11,1660 euro.
In tal caso lo stop loss potrebbe essere collocato poco al di sotto del massimo segnato il 7 febbraio scorso, più precisamente a 10,90 euro.
Un primo obiettivo di profitto potrebbe essere identificato in prossimità della parte superiore del trading range, a 12,30 euro.
Oltrepassato questo livello un target finale potrebbe invece essere collocato sul livello tondo a 13,00 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.