Snam: conti 2018 positivi, ma divergenza e doppio massimo invitano a cautela

Le azioni del titolo del settore Oil&Gas sono in evidenza oggi a seguito dei conti 2018 resi noti poco prima dell’apertura delle contrattazioni a Piazza Affari. Tuttavia una divergenza ribassista e una figura di inversione in corso di formazione potrebbero indicare che un nuovo ribasso è alle porte

Snam: conti 2018 positivi, ma divergenza e doppio massimo invitano a cautela

Le azioni Snam al momento si attestano a 4,168 euro a Piazza Affari, in flessione dello 0,27%. Oggi il titolo di San Donato Milanese è in evidenza dopo i conti 2018 resi noti poco prima dell’apertura di Borsa Italiana.

La società ha riportato un utile netto di oltre un miliardo di euro, ma ha attirato l’attenzione dell’intero mercato grazie al dividendo proposto, aumentato del 5% rispetto a quello precedente (clicca qui per approfondire).

La struttura tecnica del titolo è orientata al rialzo. Con i minimi segnati il 18 giugno 2018 a 3,40 euro i prezzi hanno testato una trendline ascendente di lungo periodo che ha favorito un nuovo rialzo dei prezzi.


Snam, grafico mensile. Fonte: Bloomberg

Proprio con questo minimo si può notare che le indicazioni fornite dall’oscillatore RSI settato a 14 periodi evidenziavano già una divergenza bullish successivamente confermata dal modello di massimi e minimi crescenti che si è sviluppato tra luglio e agosto 2018.


Snam, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Proprio in quei mesi i corsi si sono stabiliti, per la prima volta da fine maggio,
nuovamente al di sopra della media mobile a 50 giorni, che ha successivamente funzionato come supporto dinamico con il rialzo messo a segno ad inizio anno.

Il vero cambio di polarizzazione è avvenuto con la violazione al rialzo della trendline discendente di lungo periodo che collega i massimi registrati nei mesi di aprile e luglio 2016 con il massimo segnato durante la prima decade di novembre 2017, avvenuta l’8 novembre 2018.

Nonostante la struttura tecnica privilegi operazioni di matrice rialzista, con i top segnati il 31 gennaio e con i massimi segnati durante la seduta odierna potrebbe formarsi una figura di inversione: il doppio massimo.

Questa ipotesi è rafforzata dalle indicazioni di momentum. In particolare l’oscillatore RSI, in concomitanza con i massimi grafici segnati il 13 dicembre a 4,088 euro e successivamente con l’high registrato il 30 gennaio scorso, mostra una divergenza ribassista che potrebbe indicare che una flessione dei prezzi è imminente.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Snam


Elaborazione Ufficio studi di Money.it

Alla luce della struttura tecnica di Snam si potrebbero privilegiare operazioni di natura contrarian. In particolare, si potrebbero implementare strategie short alla rottura del minimo della candela inside di ieri a 4,164 euro.
In tal caso il primo obiettivo di profitto potrebbe essere collocato in prossimità dei minimi registrati l’11 febbraio a 4,055 euro, dove transita inoltre la media mobile semplice a 50 giorni.
Un target finale potrebbe invece essere collocato a contatto con il supporto statico a 3,924 euro, livello che conta la serie di massimi segnati nel mese di novembre 2018. Lo stop loss in questo caso potrebbe essere posizionato poco al di sopra del massimo registrato il 31 gennaio, più precisamente a 4,21 euro.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories