Banca IFIS allunga in Borsa, comprare il titolo dopo l’addio di Bossi?

Ufficio Studi Money.it

9 Aprile 2019 - 12:58

condividi

Le azioni della banca veneta sono in evidenza a Piazza Affari, mentre l’istituto si prepara all’imminente uscita dell’AD Bossi. La struttura grafica favorirebbe l’implementazione di strategie long con ampio spazio di manovra. Ecco cosa dice l’analisi tecnica

Banca IFIS è in evidenza a Piazza Affari: Giovanni Bossi lascerà la sua carica di AD dell’istituto di credito. L’uscente AD deciderà nei prossimi mesi se liquidare la propria quota del 3,4% o se rimanere azionista della banca veneta.

«In futuro valuterò cosa fare a seconda delle aspettative che avrò sull’andamento del titolo», ha commentato Bossi a margine del Forum Ambrosetti a Cernobbio.


Banca IFIS, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

A proposito di futuro andamento del titolo, con il balzo segnato oggi i corsi si sono portati al di sopra di un importante livello statico a 15,90 euro lasciato in eredità dai low segnati tra il 15 gennaio e dell’8 febbraio.

Insieme alla rottura di questo livello statico i corsi hanno inoltre oltrepassato la trendline discendente che conta i massimi discendenti segnati tra il 13 febbraio e il 6 marzo, ora transitante in prossimità degli attuali prezzi di chiusura.

Un altro livello dinamico da monitorare attentamente è inoltre la trendline ascendente di lungo periodo che conta i minimi segnati il 25 ottobre e il 2 novembre, ora transitante a 16,60 euro, dove staziona la media mobile a 50 giorni.

Un ritorno al di sopra di questo livello contribuirebbe al rafforzamento della recente struttura rialzista. Per l’operatività odierna si potrebbe già implementare strategie long dai prezzi attuali con stop loss posizionato poco al di sotto dei minimi

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Banca IFIS


Elaborazione Ufficio studi di Money.it

Alla luce dei nuovi segnali a favore dei compratori, si potrebbero implementare strategie long che avrebbero come primo obiettivo area 18 euro, livello al quale i corsi chiuderebbero inoltre il gap lasciato aperto tra l’8 e l’11 marzo.
Lo stop loss potrebbe essere collocato poco al di sotto del minimo segnato ieri, più precisamente a 15,40 euro.
Un target finale potrebbe essere posizionato in prossimità della media mobile semplice a 200 giorni, ora transitante a 19,08 euro.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.