Amazon: il Prime Day vale 3,5 miliardi di dollari

Malgrado il momentaneo blackout del sito, Amazon ha annunciato di aver venduto più di 100 milioni di prodotti durante il Prime Day, che ha definito il più grande evento commerciale della sua storia

Amazon: il Prime Day vale 3,5 miliardi di dollari

Amazon Prime Day è stato un “maledetto successo”, per usare le parole della stessa società.
Malgrado la partenza difficile - con il sito impossibile da raggiungere in diverse aree per alcuni frangenti del pomeriggio di lunedì - l’iniziativa potrebbe aver portato più di 3 miliardi di dollari nelle casse del gigante statunitense secondo le stime.

Quello che è certo è che i numeri già notevoli dello scorso anno sono stati superati.
In un comunicato stampa, la società ha dichiarato che sono stati acquistati più di 100 milioni di prodotti in tutto il mondo, con una prevalenza di dispositivi elettronici targati Amazon, la Fire TV Stick su tutti.

Grazie all’iniziativa, il leader dell’e-commerce ha toccato il suo valore di mercato più alto, pari a 890 miliardi di dollari, garantendo al CEO Jeff Bezos un patrimonio che supera quelli di Bill Gates e Larry Page messi insieme.

Prime-Day: più di 3 miliardi incassati, ma quanto ha pesato il blackout del sito?

Victor Rosenman, CEO di Feedvisor, ha dichiarato che le interruzioni del sito non si sono rivelate troppo gravi, con una diminuzione degli ordini del 5% rispetto alla passata edizione relativamente alla fascia temporale in cui si è manifestato il problema.
Internet Retailer ha parlato di una perdita di 72 milioni di dollari durante il blackout.

Nel 2017, Amazon ha incassato circa 2,41 miliardi di dollari di vendite durante il Prime Day, mentre per quest’anno la Coresight Research ha previsto che si superino i 3,4 miliardi di dollari.

Ma sulla base di altre stime il guadagno complessivo potrebbe essere diverso, anche se di poco. Alla fine dell’evento, i dati di Feedvisor hanno indicato un aumento delle vendite del 24% rispetto allo scorso anno, il che si traduce in un totale di 3 miliardi di dollari. Nel frattempo, Mark Mahaney di RBC Capital Markets ha indicato una cifra che si aggira intorno ai 3,5 miliardi di dollari.

Più in generale, si tratta di una decisa conferma per Amazon Prime, che vede ora i suoi membri - che nel 2018 si attestano a 107 milioni - spendere cinque volte di più rispetto ai membri non prime.

Il Prime Day trascina anche gli altri rivenditori online

Amazon potrebbe aver vissuto così il più grande evento commerciale nella sua storia, come affermato dalla stessa azienda, ma anche altri competitor online hanno riportato numeri in crescita in corrispondenza del Prime Day: un’analisi di Adobe Digital Insights ha registrato un aumento delle vendite per altri grandi commercianti, con ricavi superiori a 1 miliardo di dollari.

Secondo Taylor Schreiner, direttore della la società di ricerca, per le affermate realtà di settore c’è stato un aumento del 55% delle vendite online anno su anno nel corso del Prime Day.

Si tratta senza dubbio di una crescita corposa, che si può attribuire al fatto che gli utenti fanno acquisti online con diversi rivenditori, smuovendo così l’intero settore.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Amazon

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.