Lavorare in Amazon, 3.000 assunzioni a Fiumicino: posizioni e come candidarsi

Laura Pellegrini

23 Febbraio 2021 - 08:47

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Amazon è alla ricerca di 3 mila nuovi candidati da inserire nella sede di Fiumicino: ecco quali sono le posizioni aperte e come è possibile candidarsi.

Lavorare in Amazon, 3.000 assunzioni a Fiumicino: posizioni e come candidarsi

Amazon ha aperto una nuova sede nei pressi di Roma Fiumicino: sono previste almeno 3 mila nuove assunzioni all’interno degli 80.000 metri quadrati di struttura che sarà aperta 24 ore su 24 per 7 giorni su 7. I profili richiesti sono moltissimi: sono richiesti il diploma o la laurea a seconda della posizione per la quale si intende candidarsi.

Il colosso dell’e-commerce continua a investire nel nostro Paese ed è alla ricerca di 2 mila candidati da inserire nel comparto delle spedizioni, più un altro migliaio di candidati da inserire nell’indotto delle consegne.

Ecco quali sono le posizioni aperte in Amazon e come si può inviare la propria candidatura.

Amazon, 3 mila nuove assunzioni a Fiumicino

Dopo l’impegno di assunzione di 1.100 candidati tra Novara e Modena, Amazon ha investito nella realizzazione di un nuovo stabilimento a Roma, in zona Fiumicino, che dovrebbe accogliere 3 mila nuovi lavoratori.

La struttura sorge su un terreno di 75 ettari nel Quadrante Ovest del territorio: 28 ettari saranno dedicati al verde, 10 ettari saranno di superficie e altri 14 ettari saranno destinati ai parcheggi. Il sindaco della città, Esterino Montino, ha parlato di un’“opportunità unica” di entrare all’interno d uno dei colossi principali dell’e-commerce mondiale.

Come annunciato dal sindaco stesso, infatti, “l’apertura di un centro Amazon a Fiumicino, attivo H24 e sette giorni su sette, permetterà la creazione di 2.000 posti di lavoro diretti, più un altro migliaio per chi si occuperà di spedizioni e consegne”.

Il progetto - fa eco il vice sindaco Ezio Di Genesio Pagliuca - prevede anche l’ampliamento del tratto prospiciente di via Corona Boreale e il collegamento tra via Corona Boreale e la viabilità aeroportuale. Ci sarà poi il contributo per il pedaggiamento dello svincolo A12, il cui cantiere partirà a breve, e per cui non è previsto pedaggio, in quanto i privati verseranno un contributo una tantum di circa 3 milioni di euro ”.

L’amministrazione comunale si “sta impegnando per stringere accordi con Amazon affinché l’azienda utilizzi il bacino occupazionale esistente nel comune di Fiumicino”, ha concluso il sindaco.

Amazon assume a Fiumicino: le posizioni aperte

Per ciascuna delle posizioni aperte in Amazon sono riportati anche i requisiti necessari per presentare la propria candidatura. In corrispondenza della posizione aperta, infatti, sono state inserite le mansioni che il candidato dovrà svolgere, oltre a specificare la sede di lavoro e l’eventuale necessità di spostamento.

Tra le ultime richieste per le sede di lavoro di Fiumicino sono stati pubblicati i seguenti annunci (mese di febbraio 2021):

  • Telco Principal Solutions Architect;
  • Reliability Maintenance Engineering Area Manager;
  • On Road Safety Manager;
  • Account Manager Third Party last mile logistic provider;
  • Area Manager;
  • Graduate Responsabile di Produzione - Area Manager (M/F);
  • Operations Improvement Manager;
  • Operations Site Manager;
  • HR Analyst.

Il sito è continuamente aggiornato con tutte le posizioni aperte in Amazon: perciò, per cercare quella che fa al caso vostro occorrerà inserire la sede preferita e scorrere tra le numerose opportunità previste dal colosso dell’e-commerce.

Assunzioni in Amazon: come candidarsi

Secondo quanto hanno fatto sapere gli amministratori di Amazon, per candidarsi alle posizioni aperte presso il centro di Fiumicino è necessario seguire gli aggiornamenti sul sito ufficiale, nella pagina dedicata alle “Offerte di lavoro”.

I profili individuati dalle varie agenzie partner dell’azienda multinazionale verranno poi ricontattati da Amazon per effettuare un colloquio conoscitivo.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories