Aiuti di Stato: come indicarli nella domanda per il fondo perduto alternativo

Rosaria Imparato

7 Luglio 2021 - 13:13

condividi

Gli Aiuti di Stato percepiti vanno indicati nella domanda per il contributo a fondo perduto alternativo: vediamo come fare con le istruzioni delle Entrate.

Aiuti di Stato: come indicarli nella domanda per il fondo perduto alternativo

Nella domanda per il contributo a fondo perduto alternativo vanno indicati gli Aiuti di Stato: ma come fare?

Il fondo perduto alternativo è il contributo pensato per includere nella platea di beneficiari anche chi ha avuto perdite nel 2021.

Le istruzioni per fare domanda sono state pubblicate dall’Agenzia delle Entrate il 2 luglio, con apposito provvedimento. Nelle indicazioni da seguire spunta, tra i dati da indicare, anche gli Aiuti di Stato: vediamo come fare.

Aiuti di Stato: istruzioni per indicarli nella domanda per il fondo perduto alternativo

Rispetto ai precedenti contributi a fondo perduto, quelli della serie “Sostegni” presentano alcune novità. Innanzitutto va segnalata la modalità di erogazione, a scelta del contribuente tra bonifico sul conto corrente o credito d’imposta da usare in compensazione.

La seconda novità riguarda la necessità di indicare tutti gli Aiuti di Stato ricevuti: nel dettaglio, bisogna specificare per ciascuno se è stato ricevuto con riferimento alla sezione 3.1 e/o 3.2 del Temporary Framework:

  • 3.1 “Aiuti di importo limitato”;
  • 3.12 “Aiuti sotto forma di sostegno a costi fissi non coperti”.

Ciascuna delle sezioni fissa un importo complessivo massimo degli aiuti di Stato che possono essere ottenuti dai contribuenti. I requisiti previsti vanno certificati in una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà rilasciata dal soggetto richiedente o dal suo rappresentante.

Se il soggetto che presenta la domanda per il contributo Sostegni bis attività stagionali, dovesse superare il limite massimo di aiuti di Stato previsto, nell’istanza va indicato il minor importo di fondo perduto richiesto, e che quindi gli consente di rimanere nella soglia prevista.

A tal fine va quindi barrata la casella 2 del punto A) della Dichiarazione Sostitutiva di atto di notorietà, e la somma va riportata nel campo “Minor importo richiesto”.

Aiuti di Stato nella domanda per il fondo perduto alternativo: il caso dell’impresa unica

Ci sono istruzioni precise da seguire anche nel caso in cui il dichiarante appartenga a un’impresa unica bisogna:

  • barrare la casella di cui alla lettera E) della sezione 3.1 o di cui alla lettera J) della sezione 3.12;
  • compilare il quadro B per indicare i codici fiscali dei soggetti appartenenti all’impresa unica.

Le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate precisano che nel quadro A vanno barrate le caselle corrispondenti agli aiuti ricevuti dal richiedente e non anche dagli altri soggetti appartenenti all’impresa unica.

Nel riquadro “SEZIONE TEMPORARY FRAMEWORK CONTRIBUTO” va indicata, barrando la corrispondente casella, la Sezione del Temporary Framework nel cui ambito si richiede il fondo perduto.

La dichiarazione è resa mediante l’apposizione della firma nel riquadro. Se la domanda viene presentata da un intermediario delegato, il richiedente o il suo rappresentante consegna preventivamente all’intermediario l’istanza contenente la dichiarazione sostitutiva di atto notorio debitamente sottoscritta con la fotocopia di un documento d’identità.

Iscriviti a Money.it