Aerei, aumenti record per i voli: quanto costeranno in più i biglietti per ridurre le emissioni

Stefano Rizzuti

17 Febbraio 2023 - 15:26

condividi

Dal 2030 i biglietti dei voli aerei potranno costare molto di più: con le nuove regole sul pagamento delle emissioni di Co2 le tariffe potrebbero lievitare in Ue e soprattutto in Italia.

Aerei, aumenti record per i voli: quanto costeranno in più i biglietti per ridurre le emissioni

I voli costeranno di più. Prendere un aereo diventerà ancora più dispendioso. La causa è il piano europeo per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica che, secondo un’analisi svolta dal Corriere della Sera, comporterà un incremento delle tariffe aeree di circa 35 euro entro il 2030.

A salire saranno sia le tariffe sulle tratte nazionali che quelle continentali, con un aumento quasi di un terzo rispetto allo scorso anno. Inoltre, sottolineano le aziende del settore aereo, questa mossa rischia di svantaggiare le compagnie europee rispetto a quelle degli altri continenti.

A cambiare sarà l’Emissions trading scheme, un sistema vigente in Ue e che assegna a ogni compagnia aerea una quota massima di emissioni di Co2 in un determinato Paese. Fino a quel limite non si paga, se invece si supera bisogna comprare tutta la parte di emissioni in eccesso. Con questo nuovo schema non esisterebbe più la quota gratuita e tutte le compagnie dovranno sempre pagare tutte le emissioni.

Quanto costano le emissioni per i voli aerei

I prezzi di questi giorni dicono che ogni tonnellata costa circa 95 euro: si tratta dei massimi storici per questi valori. Se andiamo a vedere quello che succedeva a gennaio, una quota di Ets era pari a 85 euro.

I calcoli sui costi delle emissioni

Sulla base di questi dati il Corriere effettua alcune simulazioni. Per esempio nel caso della low cost Wizz Air: stando ai documenti ufficiali ha emessi circa 383 tonnellate di Co2. Con il nuovo meccanismo, che scatterà nel 2026, avrebbe dovuto pagare nel mese di gennaio più di 32 milioni di euro. Ad agosto si salirebbe, con il picco dei voli e delle emissioni, a 45 milioni.

Quanto saliranno i costi dei biglietti aerei

Va subito ricordato che questi costi aggiuntivi non si applicano per la parte extra-Ue dei voli intercontinentali. La società Iba stima quanto potrebbero aumentare, in Ue, le tariffe medie: per un volo all’interno del continente europeo la tariffa media, per andata e ritorno, dovrebbe salire di 6 euro per i collegamenti regionali, 14 per quelli brevi e 22 per quelli medi.

In Italia, secondo altri calcoli, i rincari saranno addirittura maggiori, con un incremento medio per passeggero di 35 euro sui voli nazionali ed europei. E, nel 2035, il costo salirà ancora raggiungendo un rincaro totale di 42 euro. In altri Paesi, come Cipro, l’aumento sarà addirittura oltre i 60 euro. Rincari dovuti anche ad altre misure, come l’aumento delle tasse sul cherosene.

Un altro studio, effettuato dagli analisti di Bernstein, evidenzia che il costo per l’acquisto degli Ets delle sei principali compagnie in Ue passerà da 500 milioni a circa 5 miliardi di euro nel 2027. Conseguenze ci saranno anche per i voli intercontinentali con scalo: cambiare aereo in Ue per andare, per esempio, in Oriente, costerà più che farlo al di fuori dei confini europei. La differenza potrebbe arrivare a quasi 100 euro.

Perché i voli in Ue costeranno di più

La principale associazione europea delle compagnie aeree, ovvero Airlines for Europe, sottolinea quali possano essere gli svantaggi per chi deciderà di fare scalo nei grandi hub europei come Francoforte, Amsterdam o Roma. Gli aumenti saranno tra il 23% e il 29%, contro rincari di circa il 4% per hub come Dubai o Istanbul. Questo aumento eccessivo dei prezzi potrebbe comportare una riduzione dei transiti del 17%, secondo le stesse stime.

Argomenti

# Aereo

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO