Zuccatelli si è dimesso da commissario della Sanità in Calabria: cosa succede ora?

Zuccatelli ha rassegato le proprie dimissione da Commissario ad acta della sanità della Calabria dopo una richiesta del ministro Speranza. Chi sarà il nuovo commissario della Regione?

Zuccatelli si è dimesso da commissario della Sanità in Calabria: cosa succede ora?

Zuccatelli ha deciso di dimettersi da Commissario ad acta della sanità della Regione Calabria. La decisione è stata presa in seguito ad una richiesta arrivata direttamente dal ministro della Salute, Roberto Speranza, in seguito allo scandalo che ha coinvolto Zuccatelli sull’utilizzo delle mascherine.

Negli scorsi giorni infatti ha iniziato a circolare un video, risalente a diversi mesi fa, che immortale Zuccatelli mentre afferma, in una conversazione privata, che l’utilizzo delle mascherine era completamente inutile.

Zuccatelli si dimette: cosa succede adesso?

Zuccatelli, il commissario ad acta della Calabria, ha deciso di dimettersi dopo una richiesta da parte del ministro Speranza. Lo stesso ormai ex commissario ha infatti confermato la sua decisione affermando: “Me l’ha chiesto il ministro della Salute Roberto Speranza e come avevo già anticipato durante l’intervista a Buongiorno regione, ho rassegnato le dimissioni. Zuccatelli infatti era finito sotto i riflettori qualche giorno fa per un video che ha iniziato a circolare in rete, che è stato commentato anche dallo stesso protagonista:

Ho fatto una gaffe ed è giusto che paghi. Spero che chi ha commesso o detto delle idiozie, in passato, faccia la stessa cosa. Sono stato nominato Commissario, ma non mi è stato ancora notificato il decreto, dunque non sono in grado di svolgere le mie funzioni

Nel giro di poco tempo la Calabria si trova costretta a dover cambiare nuovamente il commissario alla Sanità. Zuccatelli infatti era andato a sostituire Cotticelli, anche lui finito all’interno di uno scandalo mediatico, dopo le sue dichiarazioni in merito alla mancata elaborazione di un piano Covid per fronteggiare l’epidemia nella Regione. La vicenda aveva smosso anche il premier Giuseppe Conte che aveva dichiarato la necessità di procedere con la sostituzione del commissario.

Calabria: chi sarà nuovo commissario alla sanità

Adesso Palazzo Chigi è già al lavoro per nominare un nuovo commissario alla Sanità per la Calabria, e già è partito il toto nome, anche se dal governo non è ancora arrivata nessuna dichiarazione ufficiale. Secondo alcune prime indiscrezioni sembrerebbero due i papabili: Gino Strada e Eugenio Gaudio.

Proprio nella giornata di ieri, Gino Strada, il fondatore di Emergency, aveva confermato la sua disponibilità a prendere il ruolo di Zuccatelli dopo la sua resa, aggiungendo però che “dal governo non mi ha chiamato nessuno”. Strada è un personaggio molto apprezzato dal Moviemento 5 Stelle e dalle Sardine, nonché da Matteo Renzi, che su Facebook aveva sostenuto la sua candidatura, scrivendo: “È un uomo vero. Un dottore vero. Un italiano vero. Quando l’ho conosciuto mi ha emozionato. Se davvero è disponibile a fare il commissario in Calabria, il Presidente del Consiglio e il Ministro della Salute possono fare solo una cosa per rimediare al pasticcio Cotticelli/Zuccatelli: firmare oggi stesso la nomina di Gino Strada a commissario per la Sanità in Calabria, accompagnandolo fisicamente a Catanzaro”.

Intanto nelle ultime ore sta prendendo posizione anche Eugenio Gaudio, che fino a qualche giorno fa è stato rettore dell’Università di Roma La Sapienza.

Argomenti:

Coronavirus Calabria

Iscriviti alla newsletter

Money Stories