Wuhan, immagini inquietanti del pool party: in migliaia in piscina senza mascherina

Migliaia di persone hanno preso parte a una mega party in piscina a Wuhan, senza mascherina né distanziamento sociale. La città è stata epicentro e simbolo della pandemia di coronavirus.

Wuhan, immagini inquietanti del pool party: in migliaia in piscina senza mascherina

A Wuhan (foto: AFP) il coronavirus non fa più paura e la vita sta tornando alla normalità. O almeno è quello che suggeriscono le immagini di un festival musicale in piscina a cui questo weekend hanno preso parte migliaia di persone, ammassate, senza mascherina e alcun rispetto della distanza interpersonale.

Le foto hanno fatto il giro del web, e fanno impressione se pensiamo che solo pochi mesi fa la città di Wuhan è stata epicentro e simbolo drammatico di questa pandemia.

Wuhan, le foto del festival in piscina fanno impressione

Sabato 15 agosto migliaia di persone hanno affollato il Maya Beach Water Park di Wuhan per partecipare a un festival di musica elettronica, stando a quanto riportato dall’agenzia di stampa AFP, che ha diffuso le immagini del pool party. La festa è proseguita senza alcun rispetto di norme anti-coronavirus.

Wuhan ha revocato il lockdown ad aprile, dopo 76 giorni di chiusura, e la location è stata riaperta a giugno mentre la vita nell’intera provincia di Hubei sta tornando alla normalità.

Le immagini del pool party di Wuhan hanno provocato reazioni diverse negli utenti di Twitter: se c’è chi è rincuorato dal vedere che la città si è ripresa dopo mesi drammatici, altri sono sconvolti dalle immagini di tutte queste persone ballare e divertirsi in acqua, ammassate e senza mascherine.

Si pensa al rilancio dell’economia

Il virus SARS-Cov-2 è stato individuato per la prima volta a gennaio a Wuhan, nel mercato ittico all’ingrosso, ma oggi la situazione sembra essere nettamente migliorata. La provincia di Hubei non segnala nuovi casi trasmessi a livello nazionale da metà maggio.

Dopo aver messo sotto controllo l’epidemia, la provincia dell’Hubei sta lavorando per rilanciare la sua economia e il turismo. I siti turistici al momento possono riempirsi solo al 50% della loro reale capacità, ma quasi 400 attrazioni della provincia potranno essere visitate gratuitamente dai turisti cinesi fino a fine anno, inoltre si sta lavorando all’introduzione di incentivi e sconti per attirare anche il turismo non domestico.

In ogni caso la lotta al virus non è finita. Uno studio condotto in Cina ha scoperto che i pazienti guariti dal coronavirus a Wuhan soffrono ancora di effetti collaterali e danni ai polmoni a lungo termine.

Argomenti:

Cina Coronavirus

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories