Vivendi vende le azioni Mediaset?

Con Vivendi sul piede di guerra l’alleanza MediaForEurope (MFE) potrebbe anche saltare, ma solo qualora i francesi avessero una valida alternativa che al momento però non sembra esistere

Vivendi vende le azioni Mediaset?

La storia di amore/odio fra Mediaset e Vivendi potrebbe presto finire?

Possibile, secondo le ultime voci di stampa secondo cui Bollorè starebbe cercando a tutti i costi una exit-strategy dall’azienda controllata dalla famiglia Berlusconi. Ma su cosa si basano le ipotesi ventilate dalla stampa?

Dall’ultima decade di giugno ad oggi le azioni Mediaset hanno perso circa 6 punti percentuali; nel frattempo Piazza Affari ha messo in cascina quasi 4 punti ed ha superato quota 22mila punti approdando sui massimi da un anno. Come mai questa divergenza?

Vivendi batte in ritirata da Cologno?

La stampa prova a ragionare sulle possibili cause. Fra martedì 18 e giovedì 20 giugno a Londra si è tenuta una conferenza riservata, «Telecom & Media Conference», dedicata agli operatori di mercato. Nella platea erano presenti i vertici delle principali società di telecomunicazioni e media europei, fra gli altri anche il Ceo di Tim, Luigi Gubitosi, e di Vivendi, Arnaud de Puyfontaine.

Di fatto Vivendi non ha ancora venduto le azioni Mediaset. Intanto però ha intentato una causa legale contro il gruppo guidato da Pier Silvio Berlusconi per contestare la sua esclusione dal voto in assemblea (l’udienza è fissata al 26 novembre, ndr).

Vivendi può far saltare MediaForEurope?

Con Vivendi sul piede di guerra l’alleanza MediaForEurope (MFE) potrebbe anche saltare. Ecco perché stamattina Il Sole 24 Ore e La Stampa hanno scritto che Vivendi potrebbe valutare di vendere le azioni Mediaset oggi affidate a Simon Fiduciaria corrispondenti al 19,2% del capitale di Mediaset, oppure in alternativa esercitare il diritto di recesso con queste azioni e restare azionista in MFE con il restante 9,6% (che in MFE diventerebbe pari al 7,7% del capitale).

I francesi hanno i titoli acquistati a 3,7 euro in carico a 2,7 euro. In teoria se esercitassero il recesso (anche se il prezzo in Borsa oggi è più alto, a 2,88 euro) col loro 30% potrebbero far saltare l’operazione MFE, visto che Mediaset ha posto il limite di esborso a 180 milioni di euro.

Gli analisti però pensano che queste ipotesi non abbiano senso per Vivendi: «La strategia di exit non sembra praticabile, se non ipotizzando che ci siano compratori per le azioni recedute eccedenti la soglia massima. Per Vivendi fare saltare l’operazione MFE avrebbe senso solo alla luce di un’alternativa che al momento Vivendi non sembra avere», ha commentato un analista.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Mediaset S.p.A.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.