Viaggiare in Europa, nuove regole dal 1° marzo: addio quarantena, cosa cambia

Alessandro Nuzzo

22/02/2022

L’Italia equipara le proprie regole a quelle già in vigore in Europa. Addio alla quarantena per chi proviene da paesi extra Ue.

Viaggiare in Europa, nuove regole dal 1° marzo: addio quarantena, cosa cambia

Cominciano ad allentarsi le maglie delle misure imposte ai viaggiatori in tutta Europa volte ad evitare il propagarsi del Covid-19. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato oggi, martedì 22 febbraio, un’ordinanza che stabilisce lo stop alla quarantena per chi proviene da uno stato extra Ue.

Al tempo stesso anche il Consiglio europeo ha pubblicato nuove raccomandazioni per chi viaggia verso i paesi dell’unione.

Addio alla quarantena in Italia per chi proviene da Paesi extra Ue

A partire dal 1° marzo niente più quarantena per i cittadini che sbarcano nel nostro paese e provenienti da uno stato ubicato all’esterno dei confini europei.

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato la nuova ordinanza che prevede che a partire dal primo marzo, per gli arrivi da tutti i Paesi extra europei le stesse regole già vigenti per i Paesi europei. Per l’ingresso sul territorio nazionale sarà sufficiente una delle condizioni del Green pass: certificato di vaccinazione, certificato di guarigione o test negativo” - questo è quanto si legge nel testo dell’ordinanza.

L’ordinanza equipara di fatto il nostro Paese alle regole già in vigore in Europa. A partire dal 1° marzo per l’ingresso sul territorio nazionale sarà quindi sufficiente una delle condizioni previste dal green pass e quindi un certificato di vaccinazione, certificato di guarigione o test negativo.

La fine del della quarantena per gli arrivi dai paesi extra europei è un altro tassello fondamentale nel piano del governo, che prepara la nazione a una nuova fase di convivenza con il virus. L’esecutivo aveva già tolto l’obbligo di tampone per chi arrivava da paesi dell’Unione europea. Entro la fine di marzo scadrà anche lo stato di emergenza e l’intenzione del Governo è di non rinnovare la misura.

Le nuove raccomandazioni in arrivo dal Consiglio Europeo

Dal Consiglio europeo arrivano nuove raccomandazioni sui viaggi verso i paesi membri della Ue, che scatteranno a partire dal 1° marzo 2022.

Il consiglio dato ai vari stati membri è di revocare la restrizione temporanea dei viaggi non essenziali verso l’Ue alle persone vaccinate con un vaccino approvato dall’Ue o dall’Oms, alle persone guarite e di tutte le persone che viaggiano da un paese che figura nell’elenco dell’Ue.

Le raccomandazioni si allineano all’evoluzione della pandemia sempre più tenuta sotto controllo anche grazie alla massiccia campagna di vaccinazione in Europa. La linea adottata dall’Unione europea è quella di allentare, seppur in modo graduale, tutte le restrizioni, perlomeno alle persone vaccinate o guarite dalla malattia.

In Regno Unito dal 24 febbraio via a tutte le restrizioni

Un po’ come fatto già dal Regno Unito che ieri ha annunciato a partire dal 24 febbraio la fine a tutte le restrizioni in vigore per legge in Inghilterra, inclusa la fine dell’obbligo dell’isolamento per le persone contagiate.

A partire quindi dal 24 febbraio, i positivi al Covid saranno semplicemente incoraggiati a esercitare la responsabilità personale in caso d’infezione, così come avviene quando si è soggetti a un’influenza.

Per il primo ministro britannico Boris Johnson la fase di picco di Omicron è superata, le regole si possono cambiare e le restrizioni venir meno. È il momento della responsabilità personale.

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo