Vaccino obbligatorio per tutti i lavoratori: il via già a gennaio?

Alessandro Cipolla

22 Dicembre 2021 - 10:26

condividi

Il Governo potrebbe rendere il vaccino obbligatorio per tutti i lavoratori: il via ci sarebbe già a inizio gennaio, ma per alcune categorie la stretta entrerebbe in vigore fin da subito.

Vaccino obbligatorio per tutti i lavoratori: il via già a gennaio?

Il vaccino obbligatorio per tutti i lavoratori potrebbe essere una delle grandi novità del prossimo decreto Covid, che sarà ufficializzato nella giornata di giovedì 23 dicembre al termine della cabina di regia in programma a Palazzo Chigi.

Diverse sono le misure al vaglio del Governo per mettere in sicurezza il Paese di fronte alla minaccia della variante Omicron, anche se le cronache di Palazzo parlano di non poche tensioni tra i partiti della maggioranza.

Tutti d’accordo nel deliberare l’obbligo dell’utilizzo della mascherina all’aperto anche in zona bianca, mentre per quanto riguarda la durata del green pass resterebbe da stabilire soltanto l’entità della sforbiciata: da nove mesi la validità potrebbe passare di colpo a sei o cinque mesi.

Difficile al momento che nel decreto possa trovare spazio il ripristino del coprifuoco, al massimo solo per i non vaccinati, così come starebbe perdendo quota la possibilità di chiedere un tampone negativo, per andare allo stadio o al cinema, anche per chi è in possesso del green pass.

Ma è sul vaccino obbligatorio per i lavoratori che si starebbe consumando lo scontro più duro.

In Italia vaccino obbligatorio per i lavoratori?

In vista della cabina di regia sarebbero diversi i ministri pronti a chiedere a Mario Draghi l’estensione dell’obbligo vaccinale, tout court, per tutti i lavoratori. All’interno del CdM però ci sarebbero molte resistenze a riguardo.

Stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, il vaccino obbligatorio per tutti i lavoratori in Italia sarebbe stata una richiesta avanzata dal ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta.

La misura si legge sempre sul Corriere potrebbe così entrare in vigore già a partire da gennaio ma, per i dipendenti “dei locali pubblici dove si fa ristorazione e chi lavora a contatto con il pubblico, il front office della pubblica amministrazione”, l’obbligo potrebbe scattare già a fine dicembre.

Se nel decreto dovesse essere introdotto il vaccino obbligatorio per i lavoratori e, al tempo stesso, anche la riduzione della durata del green pass, milioni di italiani si potrebbero ritrovare di colpo scoperti.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it