Vaccino AstraZeneca, quali sono i sintomi da monitorare

Fiammetta Rubini - Mario D’Angelo

08/04/2021

12/04/2021 - 17:33

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il vaccino AstraZeneca avrà un nuovo bugiardino. Ecco i sintomi da tenere sotto controllo e i possibili effetti collaterali da segnalare al medico.

Vaccino AstraZeneca, quali sono i sintomi da monitorare

È stato aggiornato il bugiardino del vaccino Vaxzevria sviluppato da AstraZeneca e l’Università di Oxford dopo le ultime dichiarazioni dell’Ema in merito all’insorgenza di trombi nelle persone vaccinate.

Pur ribadendo che nel complesso i benefici del vaccino superano di gran lunga i rischi, l’Agenzia europea per i medicinali ha trovato un possibile collegamento tra il vaccino Astrazeneca e i rari casi di coaguli del sangue negli adulti che lo hanno ricevuto (per la maggior parte donne under 55, entro 14 giorni dalla prima dose),

Pertanto, l’Ema stessa ha deciso di aggiornare il bugiardino diffondendo una lista di eventi avversi o effetti collaterali preoccupanti da conoscere e monitorare nei giorni successivi alla vaccinazione. Vediamo quali sono.

Vaccino AstraZeneca e trombosi: i sintomi a cui fare attenzione

I ricercatori non sanno quale sia la causa specifica dei rari eventi trombotici legati al vaccino AstraZeneca, ma una spiegazione plausibile è che in alcune persone il vaccino provoca una risposta immunitaria simile a quella osservata nei pazienti trattati con eparina, chiamata trombocitopenia indotta da eparina.

L’Ema ha segnalato altri possibili effetti collaterali, aggiungendo che è molto importante che le persone che ricevono il vaccino AstraZeneca siano consapevoli dei rischi e osservino i possibili sintomi che si verificano tipicamente nelle prime due settimane dopo l’inoculazione.

I sintomi da tenere d’occhio sono:

  • fiato corto
  • dolore toracico
  • gonfiore alle gambe
  • dolore addominale persistente
  • mal di testa forte e persistente
  • vista offuscata
  • lividi, piccole macchie rossastre o violacee, o vesciche di sangue sottocutanee

La presenza di questi sintomi non indica necessariamente un evento tromboembolico, ma se dovessero verificarsi “cerca immediatamente assistenza medica e riferisci di essere stato vaccinato di recente”, spiega l’Ema.

La direttrice dell’Ema, Emer Cooke, ha detto che non si può escludere un nesso con gli eventi tromboembolici. Pertanto tali effetti collaterali saranno elencati come possibili reazioni avverse al vaccino AstraZeneca nel bugiardino, ha annunciato la dottoressa Sabine Straus, presidente del Comitato per la sicurezza dell’Ema.

“È importante che venga comunicato al pubblico e agli operatori sanitari perché apprendano meglio queste informazioni, permettendo loro di mitigare questi effetti collaterali”, ha detto.

Il nuovo bugiardino

Nel foglio illustrativo aggiornato il vaccino Vaxzevria (ex AstraZeneca) continua a essere indicato per prevenire il Covid-19, malattia causata dal coronavirus SARS-CoV-2. Il farmaco viene somministrato ai soggetti dai 18 anni in su. Il vaccino stimola le difese naturali dell’organismo (il sistema immunitario) a produrre anticorpi e globuli bianchi specializzati che agiscono contro il virus, fornendo così protezione contro il Covid-19. Nessuno dei componenti di questo vaccino può provocare l’infezione.

In seguito alla vaccinazione con il vaccino AstraZeneca è stata osservata molto raramente una combinazione di coaguli di sangue e livelli bassi di piastrine, in alcuni casi con la presenza di sanguinamento.

In alcuni casi gravi si sono manifestati coaguli di sangue in posizioni diverse o insolite come pure coagulazione o sanguinamento eccessivi in tutto il corpo. La maggior parte di questi casi si è verificata entro i primi 7-14 giorni successivi alla vaccinazione e si è verificata principalmente in donne sotto i 55 anni di età (che però è anche la più ampia categoria che ha ricevuto il vaccino rispetto ad altre persone). Alcuni casi hanno avuto esito fatale. Rivolgersi immediatamente a un medico in caso di respiro affannoso, dolore al petto, gonfiore alle gambe o dolore addominale persistente dopo la vaccinazione. Inoltre, consultare immediatamente un medico se, dopo alcuni giorni, si verificano mal di testa gravi o persistenti o visione offuscata dopo la vaccinazione, o se dopo pochi giorni compaiono lividi sulla pelle o chiazze rotonde in un punto diverso dal sito di vaccinazione.

Per rispondere a chi, preoccupato degli effetti collaterali gravi del vaccino AstraZeneca, si chiede se sia meglio non fare la seconda dose, il bugiardino spiega che:

Come con qualsiasi vaccino, il ciclo di vaccinazione a 2 dosi del vaccino anti Covid-19 di AstraZeneca potrebbe non proteggere completamente tutti coloro che lo ricevono.

Vaccino AstraZeneca: con quali effetti collaterali chiamare il medico

Tra gli altri possibili effetti collaterali del vaccino, per i quali si invita a informare il proprio medico, farmacista o infermiere, il foglio illustrativo elenca:

  • sensazione di svenimento o stordimento
  • cambiamenti nel battito cardiaco
  • fiato corto
  • respiro sibilante
  • gonfiore delle labbra, del viso o della gola orticaria o eruzione cutanea
  • nausea o vomito
  • mal di stomaco

Iscriviti alla newsletter