UniCredit e tassi negativi: la precisazione che ha cambiato le carte in tavola

UniCredit e tassi negativi: la precisazione dell’azienda ha cambiato le carte in tavola

UniCredit e tassi negativi: la precisazione che ha cambiato le carte in tavola

I tassi negativi proposti da UniCredit la scorsa settimana hanno fatto storcere il naso a numerosi clienti e correntisti dell’istituto di credito, spaventati dall’inevitabile aumento degli oneri.

A far luce sulla vicenda e sulle reali intenzioni della banca è stato qualche giorno fa l’amministratore delegato Jean Pierre Mustier, che ha acceso i fari su un pratica già diffusa nel resto d’Europa.

L’idea di imporre tassi negativi sui clienti di UniCredit ha però suscitato enormi reazioni. Poi sono arrivate delle nuove precisazioni che hanno fatto tirare un sospiro di sollievo.

LEGGI ANCHE: UniCredit: scorporo e quotazione in arrivo?

UniCredit e tassi negativi: i clienti colpiti

Per quale motivo UniCredit ha iniziato a parlare di tassi negativi da applicare ai correntisti? Nel corso dell’ultima riunione BCE Mario Draghi ha tagliato i tassi sui depositi (già sotto la parità) dal -0,4% al -0,5%.

Così facendo ha reso più costoso per le banche europee detenere soldi nell’istituto centrale. Da qui l’idea di Mustier di scaricare questi maggiori oneri sui correntisti, ma non su tutti.

Il progetto iniziale di UniCredit ha proposto il trasferimento dei tassi negativi sui soli clienti con depositi “ben al di sopra” dei 100.000 euro a partire dal 2020.

Poi, nel corso del weekend appena trascorso, sono arrivate nuove precisazioni che hanno limitato ancora la platea dei correntisti colpiti. Un portavoce della banca ha fatto sapere che i tassi negativi verranno introdotti soltanto sui clienti con conti superiori al milione di euro.

A questi, comunque, UniCredit offrirà opportunità di investimento alternativo.

“Mentre per quanto riguarda il saldo del deposito che decidono di lasciare sul conto, per la parte eccedente il milione di euro, verranno discusse con i clienti misure ad hoc che tengano conto dei cambiamenti straordinari occorsi nel contesto macroeconomico,”

avrebbe precisato la fonte, secondo le dichiarazioni riportate da Repubblica.

Il progetto iniziale di Mustier ha suscitato diverse critiche che hanno imposto di rivedere drasticamente la sua architettura. Ora, ad essere colpito dai tassi negativi di UniCredit sarà probabilmente meno dello 0,1% dei clienti.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Unicredit S.p.A.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.