Ucraina-Russia: tensione al limite, USA inviano navi da guerra nel Mar Nero

Mario D’Angelo

10/04/2021

10/04/2021 - 19:42

condividi

Le tensioni fra Ucraina e Russia si avvicinano al punto di non ritorno.

Ucraina-Russia: tensione al limite, USA inviano navi da guerra nel Mar Nero

La tensione è altissima fra Russia e Ucraina. Giorni fa, Mosca ha stanziato quasi 100.000 truppe al confine del Donbass, una mossa che, come temuto, ha provocato l’intervento degli Stati Uniti, i quali hanno inviato due navi da guerra nel Mar Nero.

Secondo alcune fonti diplomatiche britanniche, la guerra potrebbe esplodere nell’arco di qualche giorno.

Tensione alta fra Russia e Ucraina

Il ministro della Difesa ucraino, Andrii Taran, sabato 10 aprile ha lanciato l’allarme: il suo Paese potrebbe essere provocato dalle azioni della Russia, che ha ammassato l’esercito al confine e ha fatto partire le navi da guerra.

Movimenti aggressivi di truppe verso il confine hanno causato grandi preoccupazioni al Ministero della Difesa”, hanno fatto sapere fonti istituzionali.

Al tempo stesso, dovrebbe essere tenuto in conto che l’intensificazione dell’aggressione armata della Federazione Russa contro l’Ucraina è possibile solo se una decisione politica viene presa al livello più alto del Cremlino”, ha aggiunto il Ministero.

Il timore è che fra qualche giorno oltre 95.000 truppe, supportate da carri armati e altri veicoli corazzati saranno davvero pronte a invadere l’Ucraina.

Decine di migliaia di truppe ucraine sono state chiamate al confine con la Russia, mentre l’intelligence USA parla di un’imminente escalation.

Mosca nega che le truppe siano una minaccia, ma afferma che rimarranno vicine al Donbass finché verrà ritenuto opportuno.

USA inviano navi nel Mar Nero

L’escalation si è verificata dopo l’uccisione di quattro soldati ucraini nella città di Donetsk, roccaforte dei separatisti. Un ufficiale del Cremlino ha detto la scorsa settimana che la Russia sarà costretta a difendere i propri cittadini nell’Ucraina orientale. In una telefonata fra Vladimir Putin e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, il leader russo ha accusato l’Ucraina di “pericolose azioni provocatorie” nel Donbass.

Stati Uniti, Francia e Germania, venerdì, hanno ribadito il proprio supporto a Kiev. In seguito la Turchia ha detto che gli USA hanno inviato due navi da guerra. Il Pentagono ha parlato di movimenti di routine.

Argomenti

# Russia
# Crimea
# Guerra

Iscriviti a Money.it