UE contro Johnson: scatta l’azione legale. Cosa significa?

L’Unione Europea ha inviato una lettera di messa in mora al Regno Unito: è il primo passo verso l’azione legale. Cosa significa per lo scenario Brexit?

UE contro Johnson: scatta l'azione legale. Cosa significa?

Rapporti sempre più tesi tra Unione Europea e Boris Johnson.

L’UE ha appena annunciato che sta avviando procedimenti legali contro il Regno Unito. Il motivo è il controverso progetto di legge sul mercato interno approvato dal primo ministro britannico, che viola i termini dei negoziati per il recesso nell’ambito Brexit e disposizioni di diritto internazionale secondo Bruxelles.

Nello specifico, il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha dichiarato di aver inviato una lettera di messa in mora contro Londra. Cosa significa?

UE-Regno Unito: inizia la battaglia legale?

Ursula von der Leyen ha dato nuove indicazioni sui rapporti tra UE e Regno Unito. Le notizie non sono buone per Londra, che si appresta ad affrontare una vera e propria battaglia legale contro Bruxelles.

Questo il comunicato di oggi, 1 ottobre, della presidente della Commissione:

“La commissione ha deciso di inviare una lettera di messa in mora al governo del Regno Unito. Questo progetto di legge [sul mercato interno del Regno Unito] è per sua stessa natura una violazione dell’obbligo di buona fede stabilito nell’accordo di recesso”

Il Governo Johnson ha affermato che la legislazione proposta, che ora richiede l’approvazione della Camera dei Lord, proteggerà l’integrità della nazione. Il disegno di legge consentirebbe ai ministri di modificare unilateralmente elementi dell’accordo di recesso del Paese con l’UE.

Sebbene la mossa abbia poche conseguenze immediate, evidenzia che le tensioni sono alte proprio quando i negoziati commerciali entrano in una fase critica.

Ursula von der Leyen ha insistito che “Se adottato così com’è, sarebbe in piena contraddizione con il protocollo su Irlanda-Irlanda del Nord. Questa è la prima fase di una procedura di infrazione.

Il focus è sull’intesa relativa al territorio irlandese, un sistema complesso ma funzionale che consente all’Irlanda del Nord di rimanere nel territorio doganale del Regno Unito e, allo stesso tempo, beneficiare dell’accesso al mercato unico.

Londra avrà tempo un mese per prendere visione delle osservazioni dell’UE e intervenire di conseguenza. In gioco c’è l’avvio di una vera e propria causa alla Corte di giustizia europea.

Intanto, la sterlina è scesa dello 0,7% rispetto al dollaro non appena è stata resa nota la notizia.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories