Titoli callable e putable: cosa sono e come funzionano

Massimiliano Carrà

30 Agosto 2019 - 10:52

Cosa sono e come funzionano i titoli callable e putable che fanno parte dei titoli strutturati e che prevedono la possibilità di essere rimborsati anticipatamente

Titoli callable e putable: cosa sono e come funzionano

Oltre alla obbligazioni a titolo fisso o variabile, come i titoli drop-lock, index linked ed equity linked, fra i titoli strutturati è possibile ritrovare anche quelle obbligazioni che permettono di essere rimborsate anticipatamente: i titoli callable e putable.

Ovviamente tra le due tipologie prese in esame vi sono delle differenze. Infatti quando si è in presenza di titoli callable la facoltà di rimborsare anticipatamente l’obbligazione spetta all’emittente.

Quando invece si è in presenza di titoli putable il soggetto cambia. Infatti in questo tipo di obbligazioni è l’investitore stesso che ha la facoltà di richiedere il rimborso anticipato.

Come funzionano i titoli callable e putable

I titoli callable sono composti da una normale obbligazione a tasso fisso e un’opzione call a favore dell’emittente, che viene inserita dall’emittente stesso per proteggersi dalla discesa dei tassi di interesse.

Infatti, nel caso di diminuzione dei tassi di interesse, un’obbligazione emesso a tasso fisso obbligherebbe l’emittente a pagare un interesse maggiore dei tassi a pronti. Di conseguenza, l’acquisto di un titolo callable è equivalente all’acquisto di un’obbligazione a tasso fisso e alla vendita di una call.

Il prezzo dello strutturato è quindi inferiore a quello del titolo standard in quanto dal prezzo di quest’ultimo bisogna togliere il valore dell’opzione. Il sottoscrittore di un’obbligazione callable è un agente che prevede una certa sensibilità nell’andamento dei tassi e in particolare teme un rialzo dei tassi.

I titoli putable invece sono composti da una normale obbligazione a tasso fisso e un’opzione put a favore del sottoscrittore. L’opzione put permette all’investitore di vendere le obbligazioni all’emittente, estinguendole anticipatamente, a un prezzo prestabilito.

L’investitore esercita la put in caso di aumento dei tassi di interesse perché può vendere le obbligazioni al prezzo contrattuale superiore al prezzo di mercato. Il prezzo di un titolo putable è superiore a quello di un’analoga obbligazione tradizionale.

Da non perdere su Money.it

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.