Tesla ritira 130mila vetture difettose negli USA per un problema al touchscreen

Mario D’Angelo

05/02/2021

05/02/2021 - 23:55

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Tesla ha ritirato 130mila vetture negli USA e altre 30mila ne ritirerà in Cina per dei touchscreen difettosi che, secondo i regolatori, mettono a rischio alcuni dispositivi di sicurezza.

Tesla ritira 130mila vetture difettose negli USA per un problema al touchscreen

Tesla ritira oltre 130.000 auto negli Stati Uniti per via di alcuni difetti al touchscreen che possono portare alla perdita di diverse funzionalità di sicurezza. La decisione arriva dopo numerose pressioni dei regolatori statunitensi. I modelli sono Model S prodotte dal 2012 al 2018 e i SUV Model X prodotti dal 2016 al 2018 nella fabbrica di Fremont, California.

Il ritiro di vetture si è poi esteso anche al mercato cinese, in seguito a una richiesta dell’autorità di Pechino.

Tesla ritira 130.000 auto negli USA

L’agenzia per la sicurezza stradale USA (NHTSA) ha chiesto a Tesla di richiamare oltre 158mila auto dopo aver concluso che difetti dell’unità di controllo dei media erano sempre più frequenti sui veicoli elettrici. Alla fine Tesla ne ha ritirate 134.951, perché alcune erano già state riparate con una sostituzione di una parte o con aggiornamento del touchscreen.

In un messaggio ai proprietari delle auto (ottenuto da CNBC), Tesla ha detto di aver “volontariamente deciso di richiamare alcune veicoli Model S e Model X costruiti prima di marzo 2018 che sono equipaggiati con un MultiMediaCard (eMMC) da 8GB, nell’unità di controllo media perché l’eMMC potrebbe funzionare male a causa di usura accumulata”.

Il difetto, ha comunicato Tesla, non incide su accelerazione, freni o sterzo, e pare non sia stato la causa di alcun incidente.

In una lettera alla NHTSA, Tesla ha negato che le vetture avessero qualsiasi difetto: “Le regolazioni anacronistica di NHTSA non sono adatte per le situazioni dove non ci sono difetti di sicurezza, ma nonostante ciò il produttore può immediatamente migliorare la performance del veicolo, inclusa la performance di sicurezza, senza il bisogno di una riparazione fisica”.

Sul sito NHTSA, l’agenzia afferma di non aver ancora concluso l’indagine sui veicoli Tesla.

Secondo i proprietari delle auto che hanno registrato il difetto, il display touchscreen del veicolo a volte diventerebbe completamente o in parte nero. L’assenza del touchscreen impedirebbe quindi di controllare il calore, l’aria condizionata, le telecamere e l’autopilota per il posteggio. Molti proprietari hanno pagato di tasca propria la riparazione, alcuni di loro riceveranno un rimborso, ha detto Tesla.

Tesla, auto ritirate anche in Cina

Secondo una nota dell’autorità di Stato cinese per la regolazione del mercato, Tesla richiamerà fino a 36.126 vetture, fra Model S e Model X, sempre a causa del medesimo difetto.

Altre richieste in tal senso potrebbero arrivare dall’autorità tedesca, che sta investigando in questo momento sulla questione.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories