Terza dose in Italia: il calendario del nuovo turno di vaccinazione

Giorgia Bonamoneta

6 Settembre 2021 - 21:12

condividi

Conferma definitiva per la terza dose di vaccino a partire dalla fine di settembre. Le categorie considerate fragili in testa, a seguire chi ha ricevuto il vaccino per primo.

Terza dose in Italia: il calendario del nuovo turno di vaccinazione

L’Italia segue Israele, Stati Uniti e una buona parte dei Paesi europei sulla terza dose. La conferma, ulteriore rispetto al doppio sì di Mario Draghi alla conferenza di pochi giorni fa, è arrivata oggi da parte del Ministro della Salute Roberto Speranza.

L’EMA (Agenzia europea per i medicinali) ha iniziato a valutare i dati sull’utilizzo della terza dose per i vaccini di Pfizer/BioNTech e Moderna. Intanto l’agenzia ha lasciato carta bianca ai membri dell’Unione Europei sulla programmazione di un calendario di vaccinazione.

Il Ministro della Salute ha confermato che a partire dalla fine del mese di settembre inizieranno i primi richiami per il nuovo turno di vaccinazione, ma solo di alcune categorie. Per tutti gli altri l’EMA ha dato indicazione di attendere almeno 6 mesi dalla seconda dose, quando la protezione di questa inizia a calare.

Terza dose: via al richiamo

Alla conferenza stampa finale della riunione dei Ministri della salute del G20 Roberto Speranza ha parlato di numeri positivi della vaccinazione. In prima fila i giovani, che hanno risposto in maniera egregia (e per alcuni inaspettata) alla campagna vaccinale.

Sono le persone nelle fasce di età più a rischio, a partire dagli over 50 non vaccinati, che devono essere invitati e invogliati a superare timori e dubbi sul vaccino contro il Covid-19.

Sulla terza dose il Ministro Speranza è chiaro. “La terza dose in Italia ci sarà - ha dichiarato, rispondendo a una domanda alla conferenza stampa del G20 Salute - Partiremo già da settembre con pazienti fragili come gli oncologici o i trapiantati”.

Gli esperti guardano ai dati dei Paesi che per primi hanno iniziato a vaccinare, ovvero Israele, Stati Uniti e Regno Unito e continueranno a monitorare le esperienze per avere un quadro più completo. Ma, fa sapere Speranza, sulla terza dose alle categorie più fragili si sono già espresse favorevolmente sia EMA che ECDC (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie).

Calendario terzi dosi: chi saranno i primi?

Dopo settimane d’indiscrezioni, mezze affermazioni e ipotesi, la conferma sulle categorie raggiunte per prime dal richiamo della terza dose arriva oggi. Già a partire da fine settembre sono previste le prime terze dosi per chi non ha avuto una risposta immunitaria elevata. Quindi:

  • malati oncologici
  • chi ha ricevuto un trapianto di organi

A seguire la terza dose raggiungerà gli over 80, fascia di età ad alto rischio e i residenti delle Rsa (Residenza sanitaria assistenziale) che, come ha ricordato il Ministro della Salute, hanno pagato un prezzo altissimi a inizio pandemia. Anche il personale sanitario, che per primo ha ricevuto il vaccino, riceverà il richiamo per garantire una maggiore copertura.

I risultati di Israele, Stati Uniti e Regno Unito

Per tutti gli altri saranno i dati e l’andamento della pandemia ha scrivere un calendario di somministrazione della terza dose. I dati sulla terza dose sono stati presi in esame dall’EMA, che seguirà passo passo l’esperienza dei Paesi dove il richiamo è già stato somministrato a partire dai 12 anni in su, come nel caso di Israele.

Al momento quindi EMA non si è pronunciata su un richiamo generalizzato, decisione che viene rimandata almeno fino all’inizio della campagna di richiamo di fine settembre, anche per analizzare i dati di tutti i Paesi dove avrà inizio a breve. Ecco il calendario:

  • Stati Uniti dal 20 settembre (dopo 8 mesi dalla seconda dose)
  • Austria dal 17 ottobre (dopo 6-9 mesi dalla seconda dose per le categorie fragili, dopo 12 mesi per tutti gli altri)
  • Repubbica Ceca dal 20 settembre per tutti
  • Ungheria ha già iniziato la somministrazione della terza dose
  • Canada ha già iniziato per le persone fragili
  • Repubblica domenicana ha iniziato a luglio

Presto, come appunto in Italia, inizieranno i richiami anche in: Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Gran Bretagna, Svezia e molti altri nel mondo.

Iscriviti a Money.it