Stipendi in Italia: classifica delle aziende che pagano di più

Redazione Lavoro

19 Marzo 2022 - 19:54

condividi

Quali sono le aziende in cui si guadagna di più in Italia? Ecco la classifica delle società che pagano stipendi più alti ai loro dipendenti e manager.

Stipendi in Italia: classifica delle aziende che pagano di più

Per quanto non sia l’unico elemento che definisce le scelte professionali di ciascuno di noi, lo stipendio è uno dei requisiti principali nella ricerca di un lavoro, sia da parte dei neolaureati che da chi è già impiegato e vuole cambiare azienda.

Per questo motivo le grandi società cercano spesso di offrire compensi e benefit competitivi per attirare i migliori talenti.

In questo scenario, quali sono le aziende che pagano gli stipendi più alti in Italia?

La risposta a questa domanda può essere data solo per sommi capi: lo stipendio è infatti un dato privato che non viene reso pubblico per legge dalle aziende e che, giustamente, i lavoratori hanno una certa discrezione nel comunicare pubblicamente il proprio trattamento economico.

Inoltre c’è da tenere presente che per quanto certe aziende possano in media avere compensi più alti per le posizioni aperte o nell’organico a regime, il vero mercato lo fanno poi le competenze e i profili professionali.
Nessuna azienda paga molto i suoi dipendenti per pura politica aziendale, al netto del loro profilo o della loro produttività, ne conseguirebbe una redditività aziendale inferiore e quindi una minore appetibilità da parte degli investitori, specie nei casi di aziende quotate.

A ogni modo, alcuni dati sono disponibili, per lo più ottenuti da realtà di placement che basano le loro stime sulla media retributiva delle posizioni aperte. Il dato presente in qualsiasi classifica è quindi non rappresentativo del totale degli stipendi nell’azienda (anche nelle aziende più grandi per funzioni comuni a bassa specializzazione gli stipendi sono in linea con la media di mercato).

Premesso ciò, per questa specifica classifica faremo riferimento al report Salary Ratings 2020 di JobPricing, società di consulenza che opera nel settore della consulenza HR. In questo caso i dati sono ricavati da questionari anonimi. I dati sono pertanto anche qui incompleti e/o potenzialmente falsati da risposte infedeli.

Stando ai dati, i settori in cui si guadagna di più nel nostro Paese sono:

  • bancario & servizi finanziari
  • farmaceutico e biotech
  • oil & gas
  • ingegneria e telecomunicazioni

Aziende che pagano di più in Italia: classifiche

Guardando nel dettaglio le aziende che pagano di più le professioni intellettuali, la classifica è così formata:

  1. Micron Semiconductor
  2. Barilla
  3. Salini Impregilo (Webuild)
  4. A2A
  5. Ikea
  6. Enav
  7. UnipolSai Assicurazioni

Anche sul fronte stipendi di impiegati e operai, le 3 grandi aziende che offrono retribuzioni più alte si confermano Micron Semiconductor, Barilla e Salini Impregilo (oggi Webuild), seguiti da Edison, Ikea, Microsoft Italia e Banca d’Italia.

Per quanto riguarda manager e dirigenti, dall’analisi risulta che i settori più remunerativi in Italia sono, in ordine: banche e servizi finanziari, aeronautica, moda e lusso, farmaceutica e biotecnologie e assicurazioni. Nel loro caso, la classifica delle aziende top payer è così formata:

  1. Luxottica
  2. Procter & Gamble
  3. Astaldi
  4. A2A
  5. Leroy Marlin
  6. Enav
  7. UnipolSai

L’analisi

L’analisi sugli stipendi più alti offerti dalle aziende in Italia è stata formulata dalla piattaforma a partire da informazioni raccolte tramite il web, attraverso un questionario compilato online dai lavoratori in forma anonima.

La classifica degli stipendi, stilata a puro scopo divulgativo, tiene conto di due fattori:

  • nella lista sono riportate solo le aziende che hanno ricevuto un tasso di risposta significativo
  • la singola risposta viene confrontata con il dato di mercato della posizione dichiarata dall’individuo stesso.

Queste due accortezze fanno sì che i dati raccolti siano confrontati tra loro e con il mercato, ottenendo non la media dello stipendio percepito dai dipendenti (in euro), bensì un indicatore percentualistico che raccoglie la maggiorazione di salario degli impiegati rispetto alla media del mercato.

L’indice si chiama Corporate Salary Index (C_S_I) e si calcola attraverso il rapporto tra lo stipendio del singolo individuo e il salario medio di mercato di una grande azienda relativa alla sua posizione organizzativa di riferimento, per esempio:

“Stipendio Venditore azienda “X” (categoria: Impiegato) = 32.000
Stipendio Media di mercato Venditore (categoria: impiegato - Grande Azienda) = 31.000
Indice del mercato: 100
Indice del singolo profilo: 32.000/ 31.000 x 100 = 103,2”

Le 30 aziende che pagano stipendi più alti

L’ultima classifica generale completa delle aziende che pagano meglio nel mercato è stata stilata prendendo in considerazione il quadriennio 2014-2018.

Al primo posto della lista troviamo Enav, la società per azioni con sede a Roma che opera come fornitore in esclusiva di servizi alla navigazione aerea civile in Italia.

Ecco le altre aziende posizionate nella classifica delle 30 società con gli stipendi più alti.

NAziendaC_S_I 2018
1 Enav 117,1
2 Cisco System Italy 113,9
3 Procter & Gamble Italia 112,5
4 Microsoft Italia 111,8
5 Elettronica (elt) 111,6
6 Sara Assicurazioni 111,1
7 Barilla g. e r. f.lli 110,7
8 Sogei - societa’ generale d’informatica 110,6
9 Tenaris Dalmine 110,6
10 Salini Impregilo 110,3
11 Basell Poliolefine Italia 110,3
12 Cira - Centro italiano ricerche aerospaziali 109,5
13 Italdesign Giugiaro 108,8
14 Automobili Lamborghini 108,7
15 UBS Italia 108,6
16 Astaldi 108,1
17 Vodafone Automotive Italia 108,0
18 Mondelez Italia 108,0
19 Nokia Solutions and Networks 107,9
20 Micron Semiconductor Italia 107,9
21 Autostrade per l’Italia 107,2
22 Sap Italia 107,0
23 UnipolSai Assicurazioni 106,9
24 IMA Industria Macchine Automatiche 106,9
25 Spea ingegneria europea 106,9
26 Tenova 106,8
27 Wartsila Italia 106,5
28 Edison 106,3
29 Tetra Pak 106,1
30 Cassa Depositi e Prestiti 106,1

Argomenti

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it